Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SCORIE NUCLEARI E RAGGI GAMMA. CELLOLE-SESSA, centrale del Garigliano: ok i primi rilievi, ma Verrico chiede maggiore chiarezza


    Le trivellazioni, commissionate dalla Procura di S.Maria, sono state eseguite lunedì mattina. I campioni, ottenuti dai carotaggi, sono stati spediti al Cisam di Pisa CELLOLE – Dai primi accertamenti pare che non ci siano tracce dei pericolosi raggi gamma nei carotaggi effettuati, lunedì mattina, dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, nella zona della ex […]

    Le trivellazioni, commissionate dalla Procura di S.Maria, sono state eseguite lunedì mattina. I campioni, ottenuti dai carotaggi, sono stati spediti al Cisam di Pisa

    CELLOLE – Dai primi accertamenti pare che non ci siano tracce dei pericolosi raggi gamma nei carotaggi effettuati, lunedì mattina, dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, nella zona della ex centrale nucleare del Garigliano.

    I campioni, nel frattempo, sono stati inviati al Centro interforze studi ed applicazioni militari di Pisa (Cisam) per ulteriori accertamenti, che saranno inviati alla Procura tra circa un mese.

    Per il momento non sono previsti altri carotaggi o ispezioni, che continuano ormai da circa un anno; praticamente da quando è cominciata l’indagine sulla centrale del Garigliano, seguita dal sostituto Procuratore della Repubblica Giuliana Giuliano. Altri prelievi furono eseguiti nel novembre 2012, ma anche in quella occasione i risultati non evidenziavano la presenza di scorie nocive. Ovviamente, gli abitanti della zona si mostrano parecchio preoccupati dalle continue ispezioni; anche perché nella visita del novembre 2012 furono ritrovate delle foto risalenti a più di quaranta anni fa, che ritraevano operai della struttura che seppellivano tute ed attrezzature, cosa che è attualmente vietata dalla legge.

    Sulla questione è intervenuto il presidente del consiglio comunale di Cellole, Augusto Verrico, che ha chiesto maggiore chiarezza circa i lavori alla centrale; infatti, il presidente convocherà a breve un incontro della commissione per la centrale nucleare del Garigliano.

    Verrico, sostiene che, per non creare allarmismi tra i cittadini, la Procura come la Sogin (società che si sta occupando del decommissioning della centrale) debbano incontrarsi con le amministrazioni locali per informare dei lavori che si stanno effettuando nel sito.

    Antonio Caputo

    PUBBLICATO IL: 16 gennaio 2014 ALLE ORE 9:59