Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Scoperto, sotto la cucina, il bunker del boss Domenico Belforte


    Il ritrovamento è avvenuto dopo dei meticolosi controlli da parte del reparto operativo dei carabinieri di Caserta presso l’abitazione del boss. Il locale era perfettamente funzionante MARCIANISE - Nell’ambito  delle attività condotte dal Nucleo Investigativo del Reparto Operativo dei Carabinieri di Caserta e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, finalizzate alla localizzazione di eventuali […]

    Nella foto, la botola di ingresso al bunker di Domenico Belforte

    Il ritrovamento è avvenuto dopo dei meticolosi controlli da parte del reparto operativo dei carabinieri di Caserta presso l’abitazione del boss. Il locale era perfettamente funzionante

    MARCIANISE - Nell’ambito  delle attività condotte dal Nucleo Investigativo del Reparto Operativo dei Carabinieri di Caserta e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, finalizzate alla localizzazione di eventuali basi logistiche utilizzate dai sodalizi criminali in provincia, quali dimore per la latitanza, nascondigli di armi e munizionamento, depositi di ingenti quantitativi di stupefacenti, si è conclusa pochi minuti fa una perquisizione domiciliare a Marcianise presso l’abitazione di Domenico Belforte, 56enne, capo dell’omonimo clan, attivo a Marcianise e nei comuni limitrofi, attualmente detenuto.

    I militari hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro il nascondiglio di emergenza, del tutto praticabile ed efficiente, del bosso. Nel dettaglio il bunker è dotato di un sofisticato sistema di apertura con carrucola ubicato all’interno della cucina, opportunamente occultato sotto la pavimentazione. Al di sotto della botola sono presenti due cerniere per consentire la chiusura ermetica dall’interno del vano sotterraneo, ove è stato collegato con l’esterno anche un tubo utilizzato per agevolare l’aereazione.

    PUBBLICATO IL: 19 gennaio 2013 ALLE ORE 15:01