Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SCANDALO APPALTI ASL E ARMI DEL CLAN BELFORTE, il Riesame valuta le istanze di scarcerazione


      Stamattina, mercoledì si è discusso sulla custodia cautelare preventiva di Domenico Di Lillo, assistito dall’avvocato Mariano Omarto   NAPOLI – Stamattina, mercoledì, presso la 12esima sezione del Tribunale del Riesame di Napoli, è stata incardinata la procedura per valutare  le richieste di scarcerazione presentate dagli avvocati della difesa, riguardo l’ordinanza di custodia cautelare in […]

    Nelle foto Camillo Belforte,  e  Gabriele Piccolo, Agostino Ragozzino e Domenico Di Lillo

     

    Stamattina, mercoledì si è discusso sulla custodia cautelare preventiva di Domenico Di Lillo, assistito dall’avvocato Mariano Omarto

     

    NAPOLI – Stamattina, mercoledì, presso la 12esima sezione del Tribunale del Riesame di Napoli, è stata incardinata la procedura per valutare  le richieste di scarcerazione presentate dagli avvocati della difesa, riguardo l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico di 4 persone, che  a seguito delle indagini coordinate dalla Dda di Napoli, riguardo la vicenda della detenzione di armi e materiale esplodente per conto del clan Belforte, sono state accusate di essere associati al clan dei Mazzacane. Tale procedimento giudiziario risulta essere uno stralcio della ben nota inchiesta sullo scandalo appalti Asl, vicenda giudiziaria nella quale sono coinvolti anche Angelo Polverino e l’imprenditore Angelo Grillo.

    Stamane si è tenuta l’udienza di Domenico Di Lillo, assistito dall’avvocato Mariano Omarto. Al momento non si conosce ancora il verdetto dei giudici del tribunale delle Libertà.

    PUBBLICATO IL: 12 febbraio 2014 ALLE ORE 15:23