Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SAN TAMMARO – INCENDIO nel mercato ortofrutticolo, teatro di decine di duelli rusticani della politica locale


    Sono andate a fuoco le cassette di legno. In un’ oretta il rogo è stato spento dai Vigili del fuoco. Anche se la matrice dovesse essere dolosa, qui la delinquenza organizzata è un po’ difficile che c’entri. Il sindaco Cimmino : ” troppa enfasi, noi abbiamo considerato questa struttura uno strumento di sviluppo non clientelare, […]

    Sono andate a fuoco le cassette di legno. In un’ oretta il rogo è stato spento dai Vigili del fuoco. Anche se la matrice dovesse essere dolosa, qui la delinquenza organizzata è un po’ difficile che c’entri. Il sindaco Cimmino : ” troppa enfasi, noi abbiamo considerato questa struttura uno strumento di sviluppo non clientelare, ecco perchè abbiamo rimosso chili e chili  di amianto

     

     

    SAN TAMMARO - Chi scrive potrebbe pubblicare un romanzo a puntate sulla storia tempestosissima del mercato ortofrutticolo di San Tammaro. Una storia basata sulle decine e decine forse centinaia di articoli pubblicati su questo argomento ai tempi della direzione del Corriere di Caserta.

    Storia di intrighi politici, ma non solo; storia di rivalità tra gruppi di mercatali che di notte arrivavano e rifornivano altri mercati al dettaglio. Ricorsi denunce: quel mercato è stato al centro anche dei duelli rusticani tra i sindaci  Raffaele Raucci e Raffaele Scala.

    Nel 2008 quando diventò sindaco Emiddio Cimmino cercò di mettere mano a questa struttura, impegnandosi soprattutto nella rimozione dell’amianto presente attraverso le lastre di eternit.

    Non se ne parlava più. Ma oggi, mercoledi, il mercato orto frutticolo di San Tammaro è tornato alla ribalta. Un incendio che ha interessato le molte cassette di legno che giacciono a terra in attesa dei trasporti notturni. Fiamme alte, ma tutto sommato controllabili, dato che i vigli del fuoco ci hanno impiegato neanche un ora a spegnerle.

    Sul posto sia gli agenti del commissiarato di S.M.C.V. , sia i carabinieri della Stazione della città del foro.

    Si batte anche la pista dell’incendio doloso che ben difficilmente però avrà una matrice collegabile alla camorra, visto che le rivalità fra i  mercatari hanno sempre determinato forti tensioni all’interno della struttura lambita dalla statale 7bis.

    “Su questo episodio, commenta al telefono di Casertace il sindaco Cimmino – si è alzato un polverone esagerato. Questa è una struttura che in passato San Tammaro non ha saputo utilizzare alla meglio facendolo diventare solo un campo di battaglia dove hanno lottato i vari esponenti della politica locale. Da sindaco –  conclude Cimmino-  abbiamo cercato di occuparci non delle nomine, abbiamo cercato di vedere il mercato ortofrutticolo, non come uno strumento clientelare, ma come strumento di sviluppo. Ecco perchè siamo intervenuti sulle strutture, e partendo proprio dalla parte più pericolosa, cioè quella dell’amianto”.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 31 luglio 2013 ALLE ORE 18:45