Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TUTTI I NOMI S.MARIA C.V Usurai violenti sparano contro auto nel rione Iacp: 3 arresti


        Operazione dei Carabinieri della locale Compagnia. Si tratta per il momento di fermi di polizia giudiziaria, che poi andranno al vaglio del Gip per un’eventuale convalida. Emersi diversi episodio intimidatori.  Uno degli arrestati ha anche tentato una rapina a un porta lavori di Maddaloni S.MARIA C.V - Dalle prime ore dell’alba, in Santa […]

     

     

    Nella foto a sinistra, Vincenzo Consolazio

    Operazione dei Carabinieri della locale Compagnia. Si tratta per il momento di fermi di polizia giudiziaria, che poi andranno al vaglio del Gip per un’eventuale convalida. Emersi diversi episodio intimidatori.  Uno degli arrestati ha anche tentato una rapina a un porta lavori di Maddaloni

    S.MARIA C.V - Dalle prime ore dell’alba, in Santa Maria Capua Vetere, i Carabinieri del locale Comando Compagnia, coordinati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, stanno eseguendo un decreto di fermo del P.M. nei confronti di tre indagati  ritenuti responsabili, a vario titolo, di usura in concorso, tentata estorsione e furto aggravato.

    I fermati sono Vincenzo, Mario e Giuseppe Consolazio che operavano sia nella città del Foro che nei Comuni limitrofi.

    L’attività d’indagine ha avuto inizio a seguito di un episodio, particolarmente avvertito dalla popolazione sammaritana, riguardante l’esplosione, in pieno giorno, di alcuni colpi d’arma da fuoco contro un’auto in sosta nel centro della città e precisamente nella zona delle case popolari.

    Le attività tecniche immediatamente avviate dalla P.G. operante hanno evidenziato, in maniera chiara ed inequivocabile, l’esistenza di  un’attività usuraria, posta in essere dagli odierni arrestati nei confronti di alcune vittime. In un caso, una delle vittime è stata anche oggetto di un tentativo di estorsione da parte degli stessi usurai.

    Quanto accertato dai Carabinieri è stato successivamente riscontrato dalle dichiarazioni rese dinnanzi alla PG ed alla AG inquirente dalle vittime stesse.

    Nell’ambito dell’attività investigativa è emersa anche con chiarezza la responsabilità di uno degli arrestati in una simulata rapina ai danni di un furgone portavalori in Maddaloni.

    Nel corso delle operazioni sono inoltre state eseguite delle perquisizioni locali a seguito delle quali è stata rinvenuta documentazione utile alle indagini e sequestrate due autovetture.

    PUBBLICATO IL: 11 luglio 2013 ALLE ORE 9:06