Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V. TUTTI I NOMI. Franco Lopez e altri cinque medici della clinica Della Salute rischiano da 5 mesi a 6 anni di carcere per la morte di Elena Trepiccione


    Ieri sera martedì un circostanziato servizio su questo tragico caso nell'edizione delle 20.00 del Tg5. La richiesta ad rinvio a giudizio firmata dal p.m. Giacomo Urbano sarà discussa in udienza preliminale il prossimo 7 Ottobre

     

    (nella foto Trepiccione e Lopez)

    (nella foto Trepiccione e Lopez)

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Sarà un’udienza preliminare molto seguita quella che si aprirà, il prossimo 7 Ottobre, nel tribunale di Santa Maria C.V.

    Seguita perché la vicenda della morte di Elena Trepiccione, presunta vittima di un grave caso di malasanità, ha , ormai, varcato ampiamente i confini della nostra provincia, conquistando l’attenzione delle maggiori testate giornalistiche nazionali. E’, infatti, ieri sera martedì, il dettagliato servizio, andato in onda nell’edizione serale di punta del Tg5, durante la quale oltre alla ricostruzione della via crucis di questa donna, sottoposta a un primo intervento e poi ad altri due che avrebbero cercato, inutilmente, di rimediare al presunto errore compiuto nel primo, è stato ascoltato anche il figlio Giovanni Carrillo, poliziotto in servizio nella squadra volante della Questura di Napoli, il quale ha ribadito la richiesta di giustizia di una famiglia ancora drammaticamente provata dal doloroso epilogo di una vicenda, chiusasi con la morte della donna nata a Santa Maria C.V..

    Ecco perché l’udienza del 7 ottobre assume anche un rilievo mediatico molto importante.

    Si parte dalla richiesta di rinvio giudizio, formulata dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il tribunale di Santa Maria C.V. Giacomo Urbano per sei medici della clinica “Della Salute” di Santa Maria C.V. che, nel giugno del 2012, operarono e si occuparono del caso clinico di Elena Trepiccione, alla quale sarebbe stato, secondo la tesi della famiglia e secondo l’ipotesi accusatoria che si va materializzando, un tumore che non aveva.

    I medici sono Franco Lopez, noto e alle cronache politiche per essere stato candidato sindaco a Santa Maria C.V. all’ elezioni comunali del 2008 e per avere svolto negli anni successivi il ruolo del consigliere comunale, Antonietta Esposito nata a Santa Maria C.V., Antimo Di Monaco nato a Santa Maria C.V., Andrea Tartaglione nato a Marcianise, Crescenzo Maria Marco Muto nato a Legnano, Michele Scapaticci nato a Santa Maria C.V.

    Tutti sono indagati per il reato di omicidio colposo, aggravato da negligenze gravi. Rischiano da 5 mesi a 6 anni di reclusione.

    PUBBLICATO IL: 19 marzo 2014 ALLE ORE 12:44