Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C.V. / Se non è Gomorra, è quantomeno Gomorrina. I cinque anni di inchieste di camorra che hanno dimostrato che i clan hanno dettato legge nella città del tribunale


      Attraverso l’approfondimento, fatto sul suo blog, da Prospero Cecere, ripercorriamo gli avvenimenti da Spartacus 3 fino alla maxi ordinanza dell’altro giorno detta Total Impact. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL LINK PER ACCEDERE AL BLOG DI PROSPERO CECERE   SANTA MARIA CAPUA VETERE - Ma siete sicuri che la Capitale della camorra in provincia di Caserta […]

    I volti dell’operazione Total Impact

     

    Attraverso l’approfondimento, fatto sul suo blog, da Prospero Cecere, ripercorriamo gli avvenimenti da Spartacus 3 fino alla maxi ordinanza dell’altro giorno detta Total Impact. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL LINK PER ACCEDERE AL BLOG DI PROSPERO CECERE

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE - Ma siete sicuri che la Capitale della camorra in provincia di Caserta sia Casal di Principe? A guardare quello che si è sviluppato negli ultimi 5, 6 anni a Santa Maria Capua Vetere dall’ordinanza Spartacus 3 fino a quella dell’altro giorno definita Total Impact, si comprende che Santa Maria Capua Vetere, la città del tribunale, la città della giustizia amministrata, la città che dovrebbe essere più lontana per cultura e mentalità dall’inquinamento della criminalità organizzata, di quest’ultima è stata ed è preda.

    Il collega giudiziarista Prospero Cecere ripercorre nel suo blog le varie tappe di questi anni, che hanno dato a Santa Maria Capua Vetere la palma di città tra le più infiltrate dai clan camorristici. Se non è una Gomorra, quantomeno è una Gomorrina.

    G.G.

    CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO DI PROSPERO CECERE

    PUBBLICATO IL: 29 marzo 2013 ALLE ORE 14:55