Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C.V. / Irrompono nel centro sociale Spartaco, distruggono tutto e poi si fanno accompagnare a comprare la droga


    L’operazione eseguita dai carabinieri della Compagnia sammaritana SANTA MARIA CAPUA VETERE - Notte di ordinaria follia quella appena trascorsa a Santa Maria Capua Vetere dove tre giovani si sono introdotti all’interno del centro sociale e dopo aver danneggiato alcuni arredi ed aggredito gli astanti, hanno poi costretto, al termine dell’azione dimostrativa, uno dei presenti a […]

    L’operazione eseguita dai carabinieri della Compagnia sammaritana

    SANTA MARIA CAPUA VETERE - Notte di ordinaria follia quella appena trascorsa a Santa Maria Capua Vetere dove tre giovani si sono introdotti all’interno del centro sociale e dopo aver danneggiato alcuni arredi ed aggredito gli astanti, hanno poi costretto, al termine dell’azione dimostrativa, uno dei presenti a servire da conducente per farsi accompagnare ad acquistare sostanza stupefacente. Questa è, in sintesi, la ricostruzione dei fatti ricavata dal racconto della vittima fornita nel corso della notte all’interno degli uffici del Comando dei Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere.

    I Fatti: nella tarda serata di ieri, martedì, Franco Fiorillo 36enne, Giovanni Pellegrino 34enne, entrambi di Santa Maria Capua Vetere e Luigi Botta 34enne, domiciliato in Capua, hanno fatto irruzione all’interno del centro sociale denominato “Spartaco”, sito alla via Saraceni n. 32, danneggiando alcuni arredi ed aggredendo gli astanti. Terminata l’azione dimostrativa si sono appropriati dell’autovettura Ford Fiesta, di proprietà di una 43enne di Capua, costringendo uno dei presenti a porsi alla guida del veicolo per far loro da conducente. Nel corso della notte i Carabinieri  della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere hanno bloccato, con l’ausilio di una volante della Polizia di Stato, in Piazza Mazzini, l’autovettura in parola con a bordo i citati Fiorillo, Botta e Pellegrino unitamente al conducente. All’atto del controllo Botta ha tentato di disfarsi di gr. 13,6 di sostanza stupefacente tipo “hashish”. Presso gli uffici del Comando Compagnia di Santa Maria Capua Vetere il conducente dell’autovettura ha raccontato ai carabinieri di essere stato costretto dai tre pregiudicati a condurli in Caivano  per acquistare verosimilmente sostanza stupefacente e poi a Santa Maria Capua Vetere in Piazza Mazzini dove sono stati fermati dalle forze dell’ordine.

    Gli arrestati, che dovranno rispondere di concorso in furto aggravato, violazione di domicilio, minaccia, danneggiamento e lesione personale, in attesa del giudizio per direttissimo, sono stati trattenuti tutti all’interno delle camere sicurezza presso la Stazione Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere. Luigi Botta è stato inoltre deferito all’A.G. per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

    PUBBLICATO IL: 10 aprile 2013 ALLE ORE 14:38