Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. Maria C.V. / “E vai col tangooo…”, con Napoletano e Angiello, l’ortese Pellino farà festa. Il sindaco Di Muro ha dimenticato quando Lamanna convinse l’ingegnere a revocare don Peppino Garofalo


      Le nomine nella commissione antisismica, di cui Casertace ha fornito notizia esclusiva domenica mattina, promettono una rapida risoluzione dei problemi di sismicità dei Capannoni di Grattapulci. Sul piano politico dimostrano che oggi a Santa Maria comandano solo Franco Lamanna e Giuseppe Stellato Santa Maria Capua Vetere - E fu così che la minaccia del terremoto […]

    Nelle foto, da sinistra, Antonio Napoletano e Giuseppe Stellato

     

    Le nomine nella commissione antisismica, di cui Casertace ha fornito notizia esclusiva domenica mattina, promettono una rapida risoluzione dei problemi di sismicità dei Capannoni di Grattapulci. Sul piano politico dimostrano che oggi a Santa Maria comandano solo Franco Lamanna e Giuseppe Stellato

    Santa Maria Capua Vetere - E fu così che la minaccia del terremoto si allontanò da Santa Maria Capua Vetere. Il Genio Civile di Caserta, con ancora negli occhi i capannoni dell’Emilia crollati per il terremoto non se l’era sentita di rilasciare il placet per il rischio sismico ai capannoni industriali adattati, caso unico in Italia ad uffici giudiziari. Per gli uffici, esiste infatti un coefficiente 3, mentre per semplici capannoni industriali il coefficiente è 1,5.

    Ma la provvidenziale determinazione della Regione Campania di alleggerire l’ufficio del Genio Civile, ha permesso al sindaco Di Muro di costituire una commissione comunale. Che diamine, mica verrà un terremoto. Suvvia, diamo questo placet e non ci pensiamo più. E figuriamoci se Tonino Napoletano e Pietro Angiello, antichi sodali dell’imprenditore di Orta di Atella, Pellino, che con questa operazione incasserà un milione di euro all’anno, non troveranno un modo per dare l’ok.

    E così, finalmente, finalmente per tutti quelli che sono interessati a questa disonorevole collocazione degli uffici giudiziari, l’operazione Grattapulci sarà completata ed andrà in porto.

    Le scelte operate dal sindaco Di Muro nella commissione per il rilascio delle concessioni sismiche, dimostrano, ancora una volta che, oggi, a Santa Maria, a comandare sono soprattutto Franco Lamanna e Giuseppe Stellato.

    L’ingegnere Napoletano, infatti è lo storico alter ego di Lamanna, sin dai tempi della Regione. E non a caso fu proprio Lamanna a chiedere al cugino Giuseppe Stellato, di difendere Napoletano nelle note vicende giudiziarie che lo coinvolsero.

    Napoletano, particolare tutt’altro che secondario, revocò l’incarico all’avvocato Giuseppe Garofalo, che al tempo era titolare della difesa unitaria di tutti gli imputati della tangentopoli sammaritana, a partire da Nicola Di Muro

    Ma si vede che Biagio Di Muro,il quale  ha nominato nei giorni scorsi Napoletano nella commissione per il rilascio dei placet sismici, ha la memoria corta. L’identità e l’orgoglio familiare dovrebbero ben contare di più rispetto a un affare, a 7 zeri come quello di Grattapulci.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 2 ottobre 2012 ALLE ORE 10:48