Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V. – 172mila euro di danni al Comune, via libera alla procedura di gara per i lavori alla scuola “Principe di Piemonte”


    Il sindaco Di Muro si sfoga: “Sono queste le risposte che i moralizzatori immorali e amorali meritano, affinché ricordino gli scempi che hanno lasciato alla città prima di abbandonarsi a polemiche strumentali, demagogiche e soprattutto infondate” SANTA MARIA CAPUA VETERE – Via libera alla procedura di gara per i lavori alla scuola “Principe di Piemonte”. […]

    Nelle foto, la facciata esterna della scuola “Principe di Piemonte” e il sindaco Biagio Di Muro

    Il sindaco Di Muro si sfoga: “Sono queste le risposte che i moralizzatori immorali e amorali meritano, affinché ricordino gli scempi che hanno lasciato alla città prima di abbandonarsi a polemiche strumentali, demagogiche e soprattutto infondate”

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Via libera alla procedura di gara per i lavori alla scuola “Principe di Piemonte”. E’ stata infatti depositata, in sede giudiziaria, la relazione di consulenza dalla quale emerge che, nonostante le difese di tutti gli otto convenuti regolarmente costituiti, sono state condivise e accolte tutte le osservazioni presentate dal legale del Comune, l’avvocato Gianfranco Corvino.

    I due consulenti tecnici del tribunale hanno stabilito che la responsabilità dei danni subiti dall’edificio scolastico della “Principe di Piemonte” sono ascrivibili al progettista, alla ditta esecutrice dei lavori, al direttore dei lavori, al collaudatore e al geologo interessato.

    La relazione fissa anche in oltre 172mila euro la somma occorrente per riportare l’edificio alle condizioni precedenti al danno provocato. A tale somma vanno ovviamente aggiunti gli ulteriori danni subiti dal Comune e gli ulteriori oneri economici sostenuti dall’ente a seguito della forzata chiusura della scuola, somme che saranno oggetto del successivo giudizio di merito.

    Il deposito della relazione di consulenza consente, a questo punto, l’avvio della procedura d’appalto per i lavori da effettuarsi nell’edificio, che era rimasta bloccata proprio in attesa del documento dei periti del tribunale.

    Si avvia finalmente a conclusione – dichiara il sindaco Biagio Di Murouna delle tante questioni che abbiamo ereditato e alle quali stiamo ponendo rimedio. Sono queste le risposte che i moralizzatori immorali e amorali meritano, affinché ricordino gli scempi che hanno lasciato alla città prima di abbandonarsi a polemiche strumentali, demagogiche e soprattutto infondate. A chi oggi sa solo puntare il dito, dobbiamo dire che purtroppo una parte del nostro tempo deve essere speso a rimediare agli errori lasciatici dal passato”.

    PUBBLICATO IL: 16 ottobre 2013 ALLE ORE 11:47