Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ROCCAMONFINA, in 4 si fregano slot machine e due bottiglie di liquore dal Bar Santa Lucia


    Sul caso stanno indagando i carabinieri della locale stazione ROCCAMONFINA - Assalto al Bar Santa Lucia, una banda di ladri ha trafugato 3 slot machine,  contenenti   un bottino pari a 4mila euro. A mettere a segno il furto al Bar di Piazza Nicola Amore,  stando alla descrizione fornita da un  testimone, pare siano stati in […]

    Nella foto il Bar Santa Lucia

    Sul caso stanno indagando i carabinieri della locale stazione

    ROCCAMONFINA - Assalto al Bar Santa Lucia, una banda di ladri ha trafugato 3 slot machine,  contenenti   un bottino pari a 4mila euro. A mettere a segno il furto al Bar di Piazza Nicola Amore,  stando alla descrizione fornita da un  testimone, pare siano stati in 4.

    Avvalendosi  di un furgone scoperto, i delinquenti hanno fatto la loro comparsa  intorno alle prime luci dell’alba, successivamente dopo  aver messo fuori uso la saracinesca, hanno  forzato la serratura della porta finestra,  penetrando così  all’interno della sala dove quotidianamente le persone giocano con le macchinette.

    I ladri messisi all’opera, si sono caricati sulle spalle le slot per poi depositarle sul mezzo parcheggiato dinanzi al locale.

    Prima di scappare, i malviventi hanno rubato due bottiglie di liquore senza appropriarsi di altro materiale esposto sugli scaffali. Questo comportamento ha confermato, forse, ma, precisiamo, si tratta, di un’ipotesi, che il furto sia stato potuto essere messo in atto esclusivamente per il recupero delle somme perse con il gioco.

    I residenti, antistante la chiesa madre della Frazione Garofali del Comune di Roccamonfina, questa mattina  non appena hanno messo i piedi fuori dell’uscio, si sono accorti delle slot machine che dopo essere state divelte, giacevano per terra, nel luogo dove la banda di ladri l’aveva  abbandonate.

    I Carabinieri della locale Stazione, dopo aver recuperato la refurtiva, si stanno occupando del caso

    Anna Izzo

    PUBBLICATO IL: 3 febbraio 2014 ALLE ORE 18:24