Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Retata di camorra, 20 arresti targati Casalesi tra Campania e Toscana. Numerosi sequestri


      L’operazione eseguita dagli agenti delle squadre mobili di Caserta e Firenze, a seguito dei provvedimenti restrittivi emessi dal Gip di Napoli   Aggiornamento 11.38 – Tra gli arrestati, questa mattina in Toscana, nell’ambito del blitz condotto dalla polizia contro i Casalesi, ci sono alcuni affiliati al clan originari della provincia di Caserta, che gestivano gli interessi […]

    La squadra mobile di Caserta

     

    L’operazione eseguita dagli agenti delle squadre mobili di Caserta e Firenze, a seguito dei provvedimenti restrittivi emessi dal Gip di Napoli

     

    Aggiornamento 11.38 – Tra gli arrestati, questa mattina in Toscana, nell’ambito del blitz condotto dalla polizia contro i Casalesi, ci sono alcuni affiliati al clan originari della provincia di Caserta, che gestivano gli interessi economici del gruppo camorrista nella regione, estorcendo denaro ad imprenditori casertani insediatisi in Toscana. In manette anche due imprenditori casertani titolari di aziende in Toscana. Secondo quanto appreso, i due imprenditori si sarebbero trasformati nel tempo da vittime dell’estorsione a membri attivi del clan, agevolando la latitanza degli affiliati, o favorendoli nella concessione di misure alternative alla detenzione attraverso assunzioni fittizie, e assumendo il ruolo di procacciatori d’affari in grado di indicare al clan altri imprenditori a cui avanzare le richieste estorsive. Sempre in base a quanto emerso nel corso delle indagini, dirette dalla dda di Napoli in coordinamento con la dda fiorentina, gli interessi economici dei Casalesi nel territorio toscano riguardavano soprattutto il comprensorio delle Versilia, e in particolare la citta’ di Viareggio. Fondamentali per le indagini le attivita’ tecniche di intercettazioni telefoniche e ambientali, che hanno permesso di documentare la consumazione di numerose estorsioni ai danni di imprenditori insediatisi in Toscana.

     

    CASAL DI PRINCIPE – Sono 20 gli arrestati a seguito del  blitz della Polizia di Stato  nelle province della  Campania e della Toscana. Tutti sono riconducibili  al clan dei casalesi, facenti capo alle famiglie Schiavone – Iovine – Russo. Il Servizio Centrale Operativo e le Squadre Mobili di Caserta e Firenze hanno eseguito anche perquisizioni e notificato avvisi di garanzia ad altri indagati dell’inchiesta. Alcuni dei provvedimenti restrittivi sono stati disposti dall’Autorita’ Giudiziaria di Firenze. I reati contestati sono associazione di tipo mafioso, estorsioni, armi ed altro.

    L’ordinanza di custodia cautelare e’ stata emessa dal gip del tribunale di Napoli.

    PUBBLICATO IL: 28 febbraio 2013 ALLE ORE 9:54