Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Polverino e Gasparin restano in Carcere. Bottino agli arresti domiciliari. Per lui niente prescrizione. Il riesame ha respinto le istanze dei difensori


    La XII sezione ha solo alleviato il titolo cautelare per Giovanni Pascarella che resta ai domiciliari  CASERTA – Tutte confermate. Tranne Giovanni Pascarella, l’assistente di Lazzaro Luce, che va ai domiciliari, per gli altri indagati nell’inchiesta relativa agli appalti e ai sospetti di camorra all’interno dell’Asl di Caserta, restano intatti gli effetti dell’ordinanza firmata dalla […]

    Nella foto, in alto, da sinistra, Luce, Polverino e Bottino. In basso, invece, Angelo e Roberto Grillo e Gasparin

    La XII sezione ha solo alleviato il titolo cautelare per Giovanni Pascarella che resta ai domiciliari 

    CASERTA – Tutte confermate. Tranne Giovanni Pascarella, l’assistente di Lazzaro Luce, che va ai domiciliari, per gli altri indagati nell’inchiesta relativa agli appalti e ai sospetti di camorra all’interno dell’Asl di Caserta, restano intatti gli effetti dell’ordinanza firmata dalla Gip Isabella Iaselli.

    In poche parole, la dodicesima sezione del tribunale del Riesame di Napoli ha considerato solido il quadro accusatorio ai danni di Polverino, di Bottino, di Angelo Grillo. Gasparim e degli altri indagati. In questa chiave va considerato un colpo importante, a sostegno delle tesi della Dda di Napoli, la confessione di Gasparin, il quale, in pratica ha rappresentato l’elemento decisivo per il mantenimento dell’articolo 7 (favori alla camorra), a carico di Francesco Bottino. Una conferma decisiva per tutto il procedimento, dato che se oggi il riesame avesse eliminato questo addebito, il reato di abuso di ufficio si sarebbe automaticamente prescritto , isto che è datato anno 2006.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 21 novembre 2013 ALLE ORE 11:36