Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    COCAINA in auto: nei guai tre 20enni di PIEDIMONTE MATESE


    Sono finite nei guai anche altre 2 persone della zona perché hanno pagato un allevatore locale, per l’acquisto di un bovino, con un assegno scoperto di 3 mila euro PIEDIMONTE MATESE - I Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese hanno attuato in questo fine settimana un’altra serie di controlli finalizzati in particolare a garantire la sicurezza nel […]

    Sono finite nei guai anche altre 2 persone della zona perché hanno pagato un allevatore locale, per l’acquisto di un bovino, con un assegno scoperto di 3 mila euro

    PIEDIMONTE MATESE - I Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese hanno attuato in questo fine settimana un’altra serie di controlli finalizzati in particolare a garantire la sicurezza nel centro cittadino, soprattutto nelle ore notturne quando la movida tra i locali della centralissima piazza Roma di Piedimonte e delle aree limitrofe, risulta frequentata da giovani del posto o provenienti dagli altri comuni dell’alto casertano.

    I posti di blocco istituiti dai militari del Nucleo Radiomobile e delle locali Stazioni, hanno consentito di eseguire accertamenti su 60 veicoli, mentre 85 sono state le persone identificate, contestate anche alcune violazioni alle norme del Codice della Strada. Alle operazioni ha partecipato anche personale in borghese in forza al Nucleo Operativo, a bordo di auto “civette”, e sono stati proprio loro a rinvenire all’interno dell’abitacolo di un’autovettura alcuni involucri contenente dosi di “cocaina”, per le quali sono finiti nei guai tre giovani, un 24enne, un 22enne ed un 21enne, tutti di Piedimonte Matese. Nei loro confronti è scattata una denuncia per detenzione illegale di stupefacenti e il sequestro della droga rinvenuta. Le indagini continuano per accertare se la cocaina era per uso personale o se destinata all’ attività di spaccio nell’ ambito della movida cittadina.

    Per il reato di truffa aggravata sono finite nei guai altre due persone della zona, in quanto per l’ acquisto di alcuni bovini da un allevatore locale, hanno pagato con un assegno bancario per un importo di circa tremila euro,  che si è accertato successivamente essere scoperto. Il titolo è finito sotto sequestro.  Questo tipo di operazioni, assicurano i Carabinieri,  saranno ripetute sistematicamente tutti i fine settimana anche in considerazione dell’ approssimarsi della stagione estiva.

    PUBBLICATO IL: 26 maggio 2013 ALLE ORE 11:44