Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    PD, sul circolo Jotti mette mano il partito provinciale: ieri democrat grazzanisani in via Maielli e stasera… riconvocati


    Caserta vorrebbe una sezione locale unita: non più due liste, una capeggiata dalla Cerchiello (e questo è certo) e l’altra… ancora non si sa, ma possibilmente una sola, coesa, compatta

    Nella foto Cerchiello, De Michele e Rullo

     

    GRAZZANISE – In teoria il congresso cittadino del circolo Jotti dovrebbe celebrarsi dopodomani, domenica. In pratica, sinceramente, non lo sappiamo.

    Si è incuneato in noi questo dubbio perché la discussione interna al circolo Jotti, con molta sorpresa, è stata traslata su un altro piano, quello provinciale. Ieri, infatti, le due anime del Pd (Rullo, Zito e Palladino da un lato e Abbate, Raimondo, Cerchiello e Petrella dall’altro) sono state convocate in via Maielli e ricevute da De Michele, Stellato, Marotta e Villano. A fa che?

    A quanto pare il partito provinciale vorrebbe una sezione locale unita: non più due liste, una capeggiata dalla Cerchiello (e questo è certo) e l’altra… ancora non si sa (dato che Ciliento ha fatto sapere che non è ufficialmente candidato), ma possibilmente una sola, coesa, compatta.

    L’elemento che non consentirebbe il matrimonio tra le due aree sarebbe la giovane di Brezza. Spieghiamo meglio: il gruppo che aveva sostenuto, inizialmente, la candidatura di D’Abrosca a segretario, sarebbe si disposta ad unirsi, ma confluendo su un altro candidato, non su Teresa Cerchiello. Dove sta l’inghippo? Ecco: la candidatura della delegata  renziana a guida del Pd mazzonaro appare al suo gruppo locale di riferimento inamovibile, imprescindibile per qualsiasi discorso.

    La situazione, quindi, è in fase di stallo. Oggi il Pd di Caserta li ha riconvocati.

    Capiremo ( speriamo), se il congresso si farà o non si farà. Certo in caso di rinvio… vabbè non ne parliamo neppure.

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 24 gennaio 2014 ALLE ORE 17:10