Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Papa Francesco indossa la stola di Don Giuseppe Diana


    Alla veglia di preghiera guidata dal Papa nella parrocchia di San Gregorio VII con 700 familiari delle vittime della mafia.

     

    PAPA FRANCESCO

     

     

    CASAL DI PRINCIPE - Papa Francesco ha indossato la stola di don Giuseppe Diana, ucciso 20 anni fa dalla camorra, per impartire la benedizione conclusiva alla veglia di preghiera da lui guidata nella parrocchia di San Gregorio VII con 700 familiari delle vittime della mafia.

    “Il desiderio che sento è di condividere con voi una speranza: che il senso di responsabilità che abbiamo vinca sulla corruzione”. È il primo auspicio espresso dal Papa, nel discorso rivolto ai familiari delle vittime della mafia, al termine della veglia svoltasi questa sera nella parrocchia romana, alla presenza di oltre un migliaio di persone.

    Dopo aver ringraziato don Ciotti e gli organizzatori dell’iniziativa, i padri francescani a cui è affidata la parrocchia e monsignor Crociata, vescovo di Latina, dove si svolgerà la Giornata di domani, il Papa ha citato “le coscienze”, come luogo dove “deve risuonare” tale senso di responsabilità: “I comportamenti, le relazioni, le scelte, il tessuto sociale così che la giustizia guadagni spazio, si allarghi, si radichi e prenda il posto dell’iniquità”. “So che voi sentite forte questa speranza e voglio condividerla con voi”, ha detto Papa Francesco, assicurando che sarà “vicino” ai presenti a Latina, “anche se non ci sarà fisicamente”. “È un cammino che richiede tenacia e perseveranza”

    PUBBLICATO IL: 21 marzo 2014 ALLE ORE 16:50