Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG.ORE 9,30 TERREMOTO – PRIMA VITTIMA A NAPOLI: uomo morto per INFARTO. EVACUATO E CHIUSO il terzo piano dell’ospedale di Piedimonte Matese. TUTTI GLI INTERVENTI della notte.Notte in strada per decine di migliaia di persone. Continua lo sciame sismico, scosse alle ore 02,28; 03,18; 05,12; 05,14; 07,09


        AGG.ORE 9,30 – In tutte le zone nelle quali e’ stato avvertito il sisma sono stati compiuti controlli sullo stato delle abitazioni e delle strutture pubbliche che proseguiranno oggi e nei prossimi giorni. Tanta la paura anche a Napoli, dove per lunghissimi minuti il traffico telefonico e’ andato in tilt a causa dell’alto […]

     

     

    Nella foto: I vigili del fuoco a Piedimonte Matese


    AGG.ORE 9,30 – In tutte le zone nelle quali e’ stato avvertito il sisma sono stati compiuti controlli sullo stato delle abitazioni e delle strutture pubbliche che proseguiranno oggi e nei prossimi giorni. Tanta la paura anche a Napoli, dove per lunghissimi minuti il traffico telefonico e’ andato in tilt a causa dell’alto numero di telefonate compiute immediatamente dopo la scossa. E nel capoluogo campano si registra una vittima: un uomo, colto da infarto in serata, e’ stato ricoverato all’ospedale ‘San Giovanni Bosco’, dove e’ deceduto.

     

    AGG.ORE 8,46 Evacuato e chiuso, a scopo precauzionale, il terzo piano dell’ospedale civile di Piedimonte Matese nel casertano, uno dei sei comuni epicentro del sisma di ieri in Campania. In quel piano sono state riscontrate lievi lesioni. La decisione, su disposizione della direzione sanitaria, e’ arrivata dopo una valutazione di rischio da parte dei Vigili del fuoco. Al terzo piano del nosocomio ci sono i reparti di pediatria e ginecologia. La situazione e’ monitorata da vigili del fuoco e forze dell’ordine.

     

    AGG. 8,05  Dopo una lunga riunione operativa per le prime valutazioni sulla scossa sismica del pomeriggio con epicentro nel Matese, ieri poco prima della mezzanotte è stata attivata l’Unita’ di crisi in prefettura a Caserta. A coordinarla il prefetto Carmela Pagano coadiuvata da funzionari.

    Dalla prefettura e’ stata garantita assistenza immediata soprattutto a Piedimonte Matese dove Protezione civile regionale e locale, nonche’ la Forestale, per tutta la notte hanno dato assistenza a quanti hanno trascorso la notte all’aperto, portando coperte e medicinali.

    Sono stati 35 gli interventi effettuati dei vigili del fuoco impegnati per una ricognizione degli edifici e delle case in tutto il Casertano; 4 squadre si trovano sul solo territorio di Piedimonte dove e’ stata transennata una parte della piazza per il crollo di calcinacci e una parte dell’edificio che ospita il Comune. Da poco iniziata a Caserta una riunione operativa al comando dei vigili urbani per fare il punto della situazione e predisporre ulteriori controlli negli edifici scolastici.

     

    Ordinanza del sindaco di Alife Avecone: le scuole restano chiuse

     

    OGGETTO: Chiusura uffici comunali e pubblici giorni 30 e 31 dicembre 2013.

     

    PREMESSO che in data odierna si è verificato un evento sismico intorno alle ore 18.10 con epicentro nella zona matesina;

    RITENUTO, pertanto, urgente ed improrogabile, dettare le disposizioni a tutela della pubblica incolumità sul territorio cittadino in considerazione dell’elevato rischio di nuove scosse al momento non prevedibili, con possibili conseguenze sugli immobili comunali;

    VISTO l’art. 50 del D. Lgs. 18.08.2000, n. 267, che attribuisce al sindaco la competenza in ordine agli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici nonché agli orari di apertura al pubblico degli uffici localizzati nel territorio;

    RITENUTO pertanto dover disporre affinché gli uffici comunali e pubblici rimangano chiusi nelle giornate del 30 e 31 dicembre 2013;

    VISTO lo Statuto Comunale

    ORDINA per i giorni 30 e 31 dicembre 2013

    1. La chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, ivi compresi tutti gli edifici pubblici;

    2. La sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche previste per la data odierna e per i giorni 30 e 31 dicembre 2013;

    3. La chiusura degli uffici comunali nei giorni del 30 e 31 dicembre 2013 ad eccezione della sede della Polizia Municipale, garantendo comunque i servizi essenziali;

    4. Di considerare l’assenza dal lavoro, per le intere giornate equivalenti ad un giorno di congedo ordinario.

    5. La chiusura di tutti gli uffici pubblici, con esclusione di quelli che erogano servizi pubblici essenziali attinenti alla libertà e alla sicurezza, alla salute, alla circolazione,

    6. Al Comandante della Polizia Municipale di effettuare costante monitoraggio della demandando pertanto alle amministrazioni pubbliche preposte alla tutela dei suddetti interessi, operanti sul territorio comunale, l’individuazione degli uffici che devono rimanere aperti e del relativo contingente di personale; situazione sul territorio comunale;

    COMUNICA

    Che eventuali segnalazioni di emergenze potranno essere inoltrate alla Polizia Municipale cell.3208972788:

    DA ATTO

    Che il presente provvedimento:

    • resterà pubblicato per 10 giorni all’Albo Pretorio on line del Comune di Alife e diverrà immediatamente esecutivo con la pubblicazione, ai sensi dell’art 21 bis L.241/90, stante l’elevato numero ed indeterminatezza dei destinatari;

    • di pubblicare la presente ordinanza nei luoghi pubblici;

    • ai sensi e per gli effetti dell’art.2, comma 4 della Legge 7/08/1990 n° 241, avverso il presente atto è ammesso il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale Campania entro 60 gg dalla data di esecutività della presente, oppure, in alternativa, il ricorso straordinario al Capo dello Stato (D.P.R. 24/11/1971, n°1199).

     

     

    La presente ordinanza verrà affissa all’Albo on line del Comune e nei luoghi pubblici.

    Il Sindaco

    dr. Giuseppe Avecone

     

     

    PUBBLICATO IL: 30 dicembre 2013 ALLE ORE 7:42