Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Ore 21.00 Esclusiva / Voto di scambio alle elezioni regionali: 200 indagati al consorzio dei rifiuti


      Terzo filone d’inchiesta, dopo quello sull’assenteismo e dopo quello quello sugli avanzamenti dei livelli professionali. Tra i destinatari degli avvisi di garanzia, anche Antonio Scialdone e la moglie Michela Pontilla, candidata nel 2010 nel partito di Caldoro. Avviso di garanzia anche ad Enrico Parente   CASERTA – Terzo filone di inchiesta sulle vicende del Consorzio […]

     

    Terzo filone d’inchiesta, dopo quello sull’assenteismo e dopo quello quello sugli avanzamenti dei livelli professionali. Tra i destinatari degli avvisi di garanzia, anche Antonio Scialdone e la moglie Michela Pontilla, candidata nel 2010 nel partito di Caldoro. Avviso di garanzia anche ad Enrico Parente

     

    CASERTA – Terzo filone di inchiesta sulle vicende del Consorzio Unico di Bacino dei rifiuti della provincia di Caserta. In verità, questo largamente atteso e previsto, anche da Casertace, che delle cose del Cub, collegate alle elezioni regionali del 2010 ha avuto la possibilità di scrivere in più di un’occasione.

    Questa volta, le ipotesi di reato, formulate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, riguardano il voto di scambio.

    Avanzamenti di carriera, promozioni in cambio di preferenze a quelle elezioni.

    Fra gli indagati, Antonio Scialdone, la moglie Michela Pontillo, candidata con il nuovo Psi alle Regionali, e addirittura, un numero di dipendenti che sarebbe vicino alle 200 unità.

    Tra gli indagati ci sarebbe anche l’ex presidente del Consorzio rifiuti, nonchè ex sindaco di Grazzanise, Enrico Parente

     

    PUBBLICATO IL: 26 febbraio 2013 ALLE ORE 21:05