Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ORE 17,19 ESCLUSIVA AVERSA – Luciano Luciano e Mario Tozzi litigano nell’interpartitico. E stamattina l’Udc non si è presentato


    Il capogruppo avrebbe voluto parlare dell’incentivo al personale e dei vice dirigenti, il coordinatore lo ha stoppato. Ora il partito di Zinzi non ci venga a dire di nuovo che le motivazioni dei suoi mal di pancia sono legati a principi escatologici e alati. Anche Imma Lama ha disertato la riunione di stamane AVERSA - […]

    Nella foto Lama, Luciano e Tozzi

    Il capogruppo avrebbe voluto parlare dell’incentivo al personale e dei vice dirigenti, il coordinatore lo ha stoppato. Ora il partito di Zinzi non ci venga a dire di nuovo che le motivazioni dei suoi mal di pancia sono legati a principi escatologici e alati. Anche Imma Lama ha disertato la riunione di stamane

    AVERSA - Comincia a fare un po’ tenerezza il ligio operare del coordinatore cittadino del Pdl Luciano Luciano il quale continua a organizzare interpartitici in date assolutamente improbabili, come quelle di questi giorni.

    Stamattina, martedì, ne ha organizzato un altro per parlare di bilancio di previsione e di piano triennale delle opere pubbliche. All’interpartitico non si è presentato l’Udc ed è difficile, con buona pace dei comunicati stampa di disappunto rispetto i nostri articoli che la sezione locale ci ha spedito, ritenere che non ce ne fosse uno in città e non in vacanza del partito di Zinzi.

    Ciò conferma il malessere di questo partito, legato, prima di tutto alla freddezza del leader Zinzi nei confronti di Sagliocco, il quale ha sfruttato Mimì quando gli è servito per candidarsi a sindaco, salvo mollarlo al suo destino alle ultime elezioni politiche. Poi c’è il caso Vargas che l’Udc cerca di minimizzare ma che esiste e come, dato che il costruttore è incazzato come una belva per i lavori che Sagliocco e il dominus dell’Udc, Alessandro Diana, non gli hanno consentito di fare nella zona della stazione.

    Il consigliere comunale Luigi Vargas spiega ad ogni pie’ sospinto che gli interessi economici del cugino imprenditore vanno distinti dalla pratica politica che lui deve esprimere nella sua fusione di consigliere comunale.

    Ma i voti di Luigi Vargas sono usciti per la maggior parte dall’impegno di Gennaro Vargas. Dunque, se l’ex poliziotto, arricchitosi col cemento, non troverà un punto di equilibrio con l’amministrazione, poi vediamo Luigi Vargas se continua fare i  distinguo.

    All’interpartitico di stamattina, a quanto pare, mancava anche Imma Lama, altra componente della maggioranza in forte crisi anche in relazione alla poca disponibilità che l’amministrazione comunale ha nei confronti delle ragioni imprenditoriali di papà Armando.

    Insomma, interpartitico inutile, fatto il 6 agosto e che al di là della dichiarazione, a quanto pare firmata da tutti i rappresentanti in una precedente riunione che esclude la possibilità di costruire maggioranze diverse rispetto a quelle uscite fuori dalle elezioni comunali, evidenzia le profondi divisioni della maggioranza.

    Non solo divisioni nella maggioranza ma anche nel Pdl dato che nel penultimo interpartitico, svoltosi qualche sera fa, si è sfiorata la lite tra il coordinatore cittadino Luciano Luciano e il capogruppo Mario Tozzi.

    Quest’ultimo che spinge affinché vengano promossi incentivi ai dipendenti del comune e spinge perché venga varata l’operazione di cui già abbiamo scritto dei vice dirigenti ha cercato di inserire quest’argomento nel dibattito dell’interpartitico. Luciano Luciano lo ha stoppato con un raggelante: “questo non è all’ordine del giorno”. Tozzi gli ha risposto quasi sprezzante: “Non sei tu a decidere quello che è all’ordine del giorno e quello che non è all’ordine del giorno”.

    Si preannuncia un settembre molto agitato.

    G.G.

     

     

    PUBBLICATO IL: 6 agosto 2013 ALLE ORE 17:22