Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Agg. 19.19 – ORE 13.58 – ESCLUSIVA – Scarcerato Nicola Cosentino. L’ex Sottosegretario alle 18.14 ha lasciato il carcere di Secondigliano. Disposti i domiciliari a Venafro


          Agg. 19.13 – Come aveva annunciato Casertace, sono occorse 3 o 4 ore dal momento del pronunciamento del giudice Guglielmo sulla scarcerazione di Nicola Cosentino e quello dell’effettiva uscita dal carcere dell’ex Sottosegretario. E infatti, Nicola Cosentino ha varcato la soglia del penitenziario di Secondigliano, in cui è rimasto recluso per più […]

    Nella foto, Nicola Cosentino

     

     

     

    Agg. 19.13 – Come aveva annunciato Casertace, sono occorse 3 o 4 ore dal momento del pronunciamento del giudice Guglielmo sulla scarcerazione di Nicola Cosentino e quello dell’effettiva uscita dal carcere dell’ex Sottosegretario. E infatti, Nicola Cosentino ha varcato la soglia del penitenziario di Secondigliano, in cui è rimasto recluso per più di 4 mesi, alle 18.14. “L’ex deputato del Pdl, Nicola Cosentino, ha lasciato il carcere di Secondigliano“. E’ quanto ha riferito uno dei legali di Cosentino, l’avvocato Stefano Montone. L’ex parlamentare si consegno’ nella casa circondariale partenopea, lo scorso 15 marzo. Li’ ha trascorso 4 mesi e 11 giorni di detenzione. A Nicola Cosentino e’ stato concesso di trascorrere gli arresti domiciliari in un’abitazione di Venafro, in provincia di Isernia, presa appositamente in fitto.

    Intanto, il coordinamento regionale del Pdl ha accolto con favore la decisione dei giudici: ‘Il coordinamento regionale del Popolo della Liberta’ della Campania, appresa la notizia della scarcerazione di Nicola Cosentino, esprime soddisfazione per la decisione del tribunale di S. Maria che, sulla scorta delle motivazioni della Corte di Cassazione, ha revocato la misura cautelare cui era sottoposto l’ex Sottosegretario”. ”Il Pdl campano - si legge nella nota – con serenita’ resta in attesa delle ulteriori decisioni dei giudici”.

     

    Agg. 14.14 - Quella decisa dal giudice Guglielmo è una scarcerazione piena. In poche parole se la libertà personale di Cosentino dipendesse solo da questo provvedimento, stasera lo potremmo vedere girare per le strade di Caserta e domani mattina a riprendere la sua rituale corsetta nel parco della Reggia. Ma Cosentino non sarà libero di farlo, dato che nel processo il Principe e la (scheda) ballerina il presidente Orazio Rossi esaminando una speculare richiesta formulata dalla difesa ha deciso di scarcerare Cosentino, ma con delle limitazioni significative legate alla persistenza degli arresti domiciliari e per di più in località che siano fuori dal perimetro della Campania e del Lazio.

    Dunque, Cosentino oggi pomeriggio raggiungerà la dimora prescelta in un paese in provincia di Isernia.

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE -  E’ arrivata alla fine la decisione del giudice Gianpaolo Guglielmo sull’istanza presentata dalla difesa dell’ex Sottosegretario del Pdl, Nicola Cosentino. Un esito favorevole che consente a Cosentino di lasciare il carcere di Secondigliano entro le 16, massimo entro le 17 di oggi venerdì 26 luglio.

    D’altronde dopo il deposito delle motivazioni della Cassazione a seguito dell’istanza  di scarcerazione presentata da parte dei legali De Caro, Nando Letizia e Stefano Montone, che ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare rinviando tutto al Riesame, l’esito di oggi era apparso quasi scontato. Cosentino è stato in una cella del carcere di Secondigliano dal 17 marzo scorso, dunque, per 4 mesi e 8 giorni.

    Max Ive

    Gian Guarino

     

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 26 luglio 2013 ALLE ORE 19:21