Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG. 21.35 IL TENTATO OMICIDO DI CASTEL VOLTURNO / Il 75enne trovato con il fucile in mano: arrestato. I vicini: “Giancarlo non ha mai dato fastidio a nessuno. E’ stato un gesto folle”.


        La ricostruzione dei carabinieri dell’episodio che ha portato al ferimento del 45enne operato oggi pomeriggio nell’Ospedale di Caserta dove versa in condizioni gravi.  Aggiornamento 21.12 – “Giancarlo è una brava persona e non ha mai dato fastidio a nessuno“. Per chi conosce  la vittima, stiamo scrivendo di Giancarlo Schioppi colpito da una fucilata […]

     

     

    La ricostruzione dei carabinieri dell’episodio che ha portato al ferimento del 45enne operato oggi pomeriggio nell’Ospedale di Caserta dove versa in condizioni gravi. 

    Aggiornamento 21.12 – “Giancarlo è una brava persona e non ha mai dato fastidio a nessuno“. Per chi conosce  la vittima, stiamo scrivendo di Giancarlo Schioppi colpito da una fucilata in viale Tafuri di Castel Volturno, stamane sabato, dopo una lite finita in dramma, con Antonio Rocco di 75 anni, non solo non è una persona che infastidisce i vicini, ma è considerato “buono e gentile, non crediamo alla storia del volume della radio”.

    Sono queste le prime notizie raccolte in loco che delineano la figura di Schioppi. Un’altra notizia da precisare e correggere è quella che il45 enne risiedeva  in via Tafuri, non come inquilino, ma come proprietario.

    Con ogni probabilità è stato un raptus dettato dalla follia a spingere Rocco ad aprire il fuoco contro il vicino di casa. Dalle notizie acquisite, infatti, i rapporti di vicinato non sono mai stati così idilliaci tra il “fuciliere” di via Tafuri e gli altri condomini.

    Max Ive

     

     

     

    Aggiornamento 19,08 – Ecco  come i Carabinieri della Compagnia di Mondragone hanno tratto in arresto per tentato omicidio Antonio Rocco:

    “A seguito dell’episodio delittuoso verificatosi nelle prime ore del mattino in Castel Volturno località Baia Verde, i Carabinieri della Compagnia di Mondragone hanno tratto in arresto in flagranza per tentato omicidio  Antonio ROCCO, classe 39, originario di Pozzuoli, pensionato, ex piccolo imprenditore, trasferito a Castel Volturno con la moglie dagli anni 80. In particolare i militari dell’Arma, intervenuti tempestivamente alle ore 8.00 circa di questa mattina in Viale Tafuri a seguito della richiesta d’intervento da parte di un vicino di casa, che aveva provveduto anche alla chiamata di personale del 118, hanno trovato il ROCCO che imbracciava il proprio fucile da caccia marca Beretta cal. 21 ancora fumante. L’uomo, in forte stato di agitazione e confusionale, non ha saputo fare altro che arrendersi all’evidenza.

    Da qui sono partite le indagini. I militari hanno cercato e raccolto testimonianze tra i vicini e passanti, importanti quelle dei familiari dell’autore del reato e del primo vicino che ha prestato i soccorsi. Alla base del folle gesto un rapporto di vicinato ormai sgretolatosi e ridotto ai minimi termini. Musica ad alto rumore per tutta la notte, strani rumori provenienti dal piano terra, e che infastidivano l’uomo che vive al primo piano da circa 5 anni, queste le accuse mosse alla vittima, single, residente stabilmente a Napoli e a Castelvolturno solo nel fine settimana. I Carabinieri hanno eseguito i rilievi sul luogo del delitto ove è stata rinvenuta una borra. L’altra era ritenuta nella spalla destra della vittima, estratta solo a seguito di intervento chirurgico. Il Sostituto Procuratore, Dott.ssa Giorgia De Ponte, ha ritenuto  sottoporre il ROCCO alla detenzione domiciliare ottenuta grazie al suo avvocato Giuseppe Foglia

    Aggiornamento 17,27 – Giancarlo Schioppi ha subito, nel primo pareggio di oggi, un complicato intervento chirurgico, all’ospedale civile di Caserta dove è stato condotto subito dopo il drammatico episodio di cui è stato vittima  L?intervento sembra tecnicamente riuscito ma le condizioni dell’uomo rimangono molto serie. E’ stato condotto nel reparto trauma-center.

    Aggiornamento 11.46 – L’uomo che ha sparato a Giancarlo Schioppi è stato fermato dai carabinieri. In questi casi e per questo tipo di reato si risponde di tentato omicidio

    Aggiornamento 11.00 - L’uomo sparato stamane dal proprietario di casa si chiama Giancarlo Schioppi, di 45 anni, residente a Castel Volturno. Secondo le prime indiscrezioni trapelate, per futili motivi, problemi nei rapporti tra il titolare dell’abitazione e la vittima, il 75enne avrebbe deciso di sparare con un fucile a pallettoni il proprio inquilino, ferendolo alle spalle, all’altezza dei polmoni.

    Dalle prime indagini è trapelato che il proprietario di casa si era stancato di litigare con il 45enne, che spesso amava ascolatare la radio con una tonalità alta. Un gesto comunque folle…

    Ora Schioppi lotta tra la vita e la morte.

    Max Ive

     

    CASTEL VOLTURNO – Lo stanno trasferendo, mediante un’autoambulanza di Campania Emergenza, proprio in questo istante ( sono le 10.20 mentre scriviamo), un uomo di 45 anni di Baia Verde, sparato dal proprietario di casa di 75 anni. Con ogni probabilità una lite tra lo stesso proprietario e l’inquilino alla base della sparatoria consumatasi nella località turistica di Castel Volturno.

    A scortare l’autoambulanza i carabinieri della locale stazione. I medici della Clinica Pinetagrande, dopo i primi soccorsi hanno deciso di trasferire la vittima presso l’ospedale Civile di Caserta.

    M.I.

    TRA POCO ALTRI AGGIORNAMENTI

    PUBBLICATO IL: 6 aprile 2013 ALLE ORE 10:45