Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI – Ora la Procura della Repubblica inizia ad indagare sulla compravendita degli appartamenti Peep. E De Filippo annuncia battaglia


    Moltissime le segnalazione arrivate ai magistrati inquirenti. Mentre Maddaloni prepara un documento circostanziato sulle opache procedure seguite anche negli uffici del comune, che non hanno mai prodotto una graduatoria CASERTA - Il gruppo consiliare di Maddaloni nel cuore capitanato da De Filippo che sembra aver smaltito la delusione della sconfitta di stretta misura subita al […]

    Nella foto De Filippo e le palazzine dell’area Peep

    Moltissime le segnalazione arrivate ai magistrati inquirenti. Mentre Maddaloni prepara un documento circostanziato sulle opache procedure seguite anche negli uffici del comune, che non hanno mai prodotto una graduatoria

    CASERTA - Il gruppo consiliare di Maddaloni nel cuore capitanato da De Filippo che sembra aver smaltito la delusione della sconfitta di stretta misura subita al ballottaggio ha intenzione di riproporre e stavolta con larga profusione di documentazione originale una questione incredibilmente sottovalutata a Maddaloni e che invece Casertace non sottovaluta dato che periodicamente se ne occupa: la compravendita, con molte ombre, degli appartamenti costruiti nell’ambito del piano economico di edilizia popolare, meglio conosciuto con il suo acronimo di Peep.

    Come sanno i lettori più attento di questo giornale, l’impresa napoletana, precisamente di Afragola, che ha costruito questi appartamenti, li starebbe vendendo, brevi mano, direttamente ad acquirenti in una sorta di mercato libero che però per questo tipo di case non è certo lecito, visto che la loro assegnazione dovrebbe essere regolata da criteri definiti dall’amministrazione comunale e da una trasparente graduatoria.

    E’ evidente che negli ultimi anni, tra le molte cose che non hanno funzionato a Maddaloni, c’è stata anche quella di un’attività senza controllo da parte degli uffici dei dirigenti e dei burocrati. Soprattutto nel settore urbanistico-lavori pubblici, occorrerebbe dare un’occhiata su quello che è successo. Lo farà Maddaloni nel cuore con una presa di posizione, annunciata per inizio della settimana, ma, a quanto pare, starebbe cominciando a muoversi anche la magistratura inquirente raggiunta da decine di esposti firmati o anonimi.

    Quel che è certo è che noi di Casertace ce ne occuperemo ancora, partendo da un’approfondimento e dall’acquisizione di una migliore conoscenza dell’argomento da parte nostra che intendiamo poi tradurre in servizi giornalistici di qualità.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 6 ottobre 2013 ALLE ORE 17:46