Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    OMICIDIO KATIA TONDI – Dissequestrato l’appartamento dell’omicidio


    Provvedimento eseguito dagli uomini della Squadra Mobile di Caserta. Pochi minuti fa gli uomini della Questura di Caserta, su disposizione del pubblico ministero, il dott. Domenico Musto hanno dissequestrato l’appartamento dove venne ritrovata morta per strangolamento la giovane madre trentenne Katia Tondi. Pochi giorni fa la polizia scientifica di Napoli, alla oresenza  e sotto la direzione della dirigente dott.ssa […]

    Provvedimento eseguito dagli uomini della Squadra Mobile di Caserta.

    Pochi minuti fa gli uomini della Questura di Caserta, su disposizione del pubblico ministero, il dott. Domenico Musto hanno dissequestrato l’appartamento dove venne ritrovata morta per strangolamento la giovane madre trentenne Katia Tondi.

    Pochi giorni fa la polizia scientifica di Napoli, alla oresenza  e sotto la direzione della dirigente dott.ssa Fabiola Mancone, aveva proceduto ad effettuare degli accertamenti tecnici alla ricerca delle tracce criminalistiche. Per la cronaca secondo l’ipotesi degli investigatori l’indagato principale in questo processo e’ il marito Emilio Lavoretano, finito nel registro degli indagati per omicidio volontario ed e’ difeso dagli avvocati
    Raffaele Gaetano Crisileo e Natalina Mastellone, affiancati, come consulente di parte, dal criminologo Carmelo Lavorino.

    Del dissequestro ancora non si conosce la motivazione, ma l’ipotesi piu’ verosimile e’ che la casa coniugale non e’ piu’ utile alle indagini. Questo potrebbe essere un segnale da interpretare nel senso che gli Investigatori potrebbero aver focalizzato la loro attenzione su una altra pista diversa da Emilio Lavoretano che non sembra avere un movente – come hanno sempre sostenuto gli avvocati Crisileo e Mastellone per uccidere la moglie – oppure che sono stati raccolti elementi sufficienti a suo carico per passare alla fase “B ” dell’indagine.

    Intanto tutti siamo con  il fiato sospeso nel seguire questo caso che ha una rilevanza nazionale e mediatica fortissima e che ha scosso l’intera Terra di Lavoro.

    PUBBLICATO IL: 30 settembre 2013 ALLE ORE 13:56