Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    OMICIDIO DI CATERINO – L’altro minorenne gravemente ferito nella rissa chiede i danni


          Quella sera del 7 aprile 2013, in via De Chirico, Agostino V. colpì non solo Emanuele, ma anche un altro minorenne, salvatosi   AVERSA – E’ davvero recente la notizia della condanna a 15 anni di carcere del 17enne che uccise, poco meno di un anno fa, Emanuele Di Caterino. Ebbene, pochi […]

    Nella foto, Emanuele Di Caterino

     

     

     

    Quella sera del 7 aprile 2013, in via De Chirico, Agostino V. colpì non solo Emanuele, ma anche un altro minorenne, salvatosi

     

    AVERSA – E’ davvero recente la notizia della condanna a 15 anni di carcere del 17enne che uccise, poco meno di un anno fa, Emanuele Di Caterino. Ebbene, pochi giorni dopo la sentenza di condanna pronunciata dal Gup del Tribunale per i Minorenni di Napoli nei confronti di Agostino V., i genitori di un altro minorenne coinvolto nella rissa, O.E., chiedono il risarcimento dei danni subiti dal figlio.

    Quella sera del 7 aprile 2013, in via De Chirico, ad Aversa, Agostino colpì non solo Emanuele, con le conseguenze che tutti conosciamo, ma anche O.E., provocandogli una ferita da taglio potenzialmente mortale.

    La sentenza di condanna, infatti, è stata emessa per l’omicidio di Emanuele ma anche per il tentato omicidio di O.E.

    Di qui, dunque, la richiesta dei legali di quest’ultimo, gli avvocati Guido Diana e Vincenzo Motti, di ottenere il ristoro dei danni morali e fisici subiti dal minorenne per “culpa in vigilando”.

    PUBBLICATO IL: 12 febbraio 2014 ALLE ORE 8:26