Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Nuovo impianto dei veleni a CASERTA. Il sindaco Del Gaudio: “In Conferenza dei servizi ci siamo opposti.” Ma ora spunta il nome di Sirio Vallarelli


      Sarà una giornata calda, sul fronte ambientale. Il ministro Orlando sarà in Prefettura alle 16 e probabilmente sarà informato su questa vicenda della New Ecology. Il dirigente prima di Caserta Ambiente e poi di Ecocar centra con questa storia. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL DECRETO DIRIGENZIALE DELLA REGIONE IN CUI COMPARE IL NOME DI VALLARELLI […]

    Nella foto Sirio Vallarelli

     

    Sarà una giornata calda, sul fronte ambientale. Il ministro Orlando sarà in Prefettura alle 16 e probabilmente sarà informato su questa vicenda della New Ecology. Il dirigente prima di Caserta Ambiente e poi di Ecocar centra con questa storia. IN CALCE ALL’ARTICOLO IL DECRETO DIRIGENZIALE DELLA REGIONE IN CUI COMPARE IL NOME DI VALLARELLI

    CASERTA – La polemica infuria e probabilmente crescerà anche di intensità nelle prossime ore e nei prossimi giorni soprattutto in considerazione di qualche evento clamoroso che potrebbe materializzarsi nella giornata di oggi e di cui casertace è pronta a darvi conto.

    L’impianto di rifiuti pericolosi da 3600 tonnellate all’anno che dovrebbe essere insediato nella zona di Lo Uttaro ha vissuto di molte parole e di molte ricostruzioni effettivamente non precisissime. In verità anche noi di casertace qualche errore legato alla complessità della materia, alla esiguità dei nostri mezzi che spesso non ci permettono di approfondire nella giusta misura tematiche piuttosto complicate, ci ha indotto a dare per certo il fatto che nella famosa conferenza dei servizi dell’agosto 2011 il comune di Caserta avesse disertato quel fondamentale passaggio che in pratica consente alla New Ecology, di avere titolo per realizzare un impianto con un ivestimento di 18 milioni di euro e con un business mastodontico alle spalle.

    Ieri sera, sul tardi, al terzo incrocio della polemica tra l’amministrazione comunale e il consigliere comunale Cobianchi il sindaco Del Gaudio ha precisato che il comune di Caserta ha partecipato alla Conferenza dei servizi e ha dato parere negativo. Questo im risposta agli attacchi sia del già citato Cobianchi sia del segretario cittadino del Pd Mauro Deisderio.

    Di questa vicenda ci occuperemo ancora oggi, garantendovi notizie di primissima mano e, ripetiamo, per certi versi, clamorsoa. Dato conto della presa di posizione del sindaco Del Gaudio che prima di inoltrarci anche in una valutazione più approfondita anche dei contentuti della sentenza del Tar che ha respinto i ricorsi presentati da due cittadini da Legambiente, e a cui in extremis si è associato anche il comune di Caserta, va evidenziato un fatto di cui in passato casertace aveva già scritto, ma che nessuno più da allora ha più conisderato un fattore interessante della vicenda.

    L’architetto Sirio Vallarelli è da anni sul libro paga, come dirigente apicale, con contestuale corresponzione di uno stipendio principesco delle imprese che gestiscono la raccolto di rifiuti nella città di Caserta. Ebbene, nel decreto dirigenziale n. 193 del 11 agosto 2011 che dà il via libra all’impianto compare in più pagine proprio il nome dell’architetto Sirio Vallarelli che svolge la funzione di direttore tecnico responsabile della gestione dei rifiuti. O meglio svolgeva, perchè da qualche tempo non la svolge più. Dunque al tempo, cioè nell’agosto de 2011 Sirio Vallarelli era un dirigente apicale sia di Caserta Ambiente, sia della New Ecology, mentre oggi è solo dirigente apicale di Ecocar che non è nient’altro che una filiazione di Caserta Ambiente.

    Dunque, quanto meno ci si può porre ragionevolmente qualche domanda, qualche interrogativo su una possibile regia interna al comune di Caserta, perchè è difficile pensare che un professionista come Vallarelli riceva uno stipendio di 7, 8 mila euro al mese grazie alle tasse che i casertani pagano per i rifiuti e allo stesso tempo diventa il motore di un’operazione che è in contrasto netto con gli interessi dei cittadini casertani, un’operazione rispetto  a cui il comune, almeno formalmente, si oppone.

    Alla prossima puntata.

    Gianluigi Guarino

    Decreto Dirigenziale n. 193 del 11/08/2011

     

    PUBBLICATO IL: 2 maggio 2013 ALLE ORE 10:44