Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Nitto Palma etichetta come “ferri vecchi” Landolfi e Coronella. L’ex ministro: “Parla lui che vuol tornare in partito seppellito”


      Stamattina, sulla Gazzetta di Caserta, intervista al coordinatore regionale del Pdl, a stretto giro di post… la replica dell’ex parlamentare di MONDRAGONE CASERTA – Una puntura di spillo può far più male di un colpo di scimitarra. Soprattutto se lo spillo è molto acuminato e sul suo orlo c’è una puntina di veleno. Stamattina, […]

    Nelle foto, da sinistra, Nitto Palma e Mario Landolfi

     

    Stamattina, sulla Gazzetta di Caserta, intervista al coordinatore regionale del Pdl, a stretto giro di post… la replica dell’ex parlamentare di MONDRAGONE

    CASERTA – Una puntura di spillo può far più male di un colpo di scimitarra. Soprattutto se lo spillo è molto acuminato e sul suo orlo c’è una puntina di veleno. Stamattina, lunedì, in un’intervista rilasciata alla Gazzetta di Caserta, Francesco Nitto Palma, coordinatore regionale del Pdl, ha dato, in pratica, del “ferro vecchio” a Mario Landolfi e anche a Gennaro Coronella. A stretto giro di… post, targato facebook è arrivata la replica dell’ex ministro delle Poste. 

    Questa mattina, rispondendo ad un giornale casertano che lo intervistava sugli scenari politici campani, il coordinatore regionale del PdL, sen. Nitto Palma, ha detto che “Landolfi e Coronella rappresentano il passato”. Se anche fosse, non ci sarebbe nulla di male. Detta da uno che non vede l’ora di tornare in Forza Italia, partito seppellito 5 anni fa, tale affermazione non va letta però come critica bensì come constatazione non priva di una punta d’invidia”.

    Insomma, un giudizio rimandato al mittente e ripagato con egual moneta, dato che sembra dire Landolfi, se il sottoscritto e Coronella apparteniamo al vecchio, allora cosa si può dire di un dirigente politico che si appresta a riesumare un partito che si disse al tempo sarebbe stato seppellito per sempre, in nome del bipolarismo e di una frontiera ineluttabilmente maggioritaria?

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 1 luglio 2013 ALLE ORE 17:59