Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG. 18,00 – Mozzarelle Dop, niente carcere per il mondragonese Mandara, Cilento e Chianese. IL TESTO INTEGRALE DELLE 28 PAGINE DEL RIESAME


      La Procura aveva presentato istanza di Appello dopo i no del Gip     AGG. 18,00 – Siamo in grado di offrire all’attenzione dei nostri lettori le 28 pagine costituenti la motivazione con cui il Tribunale del Riesame ha respinto l’impugnazione della DDA di una decisione assunta dal Gip che decise a suo tempo di […]

    Nella foto, Giuseppe Mandara, il giorno dell’arresto

     

    La Procura aveva presentato istanza di Appello dopo i no del Gip

     

     

    AGG. 18,00 – Siamo in grado di offrire all’attenzione dei nostri lettori le 28 pagine costituenti la motivazione con cui il Tribunale del Riesame ha respinto l’impugnazione della DDA di una decisione assunta dal Gip che decise a suo tempo di dissequestrare diversi caseifici del litorale domizio, a partire da quelli del notissimo imprenditore Peppino Mandara. Sono soprattutto le pagine 23, 24, 25 a contenere gli elementi salienti delle motivazioni. Tra le altre cose, il Tribunale del Riesame definisce irrilevante il contenuto di un dvd che riproduce una trasmissione televisiva, probabilmente una puntata speciale di “Servizio pubblico”, che Michele Santoro dedica proprio ai caseifici in odore di camorra.

    Comunque, inutile continuare a sintetizzare. Collegatevi col link qui in basso per leggere le motivazioni dei giudici.

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE L’ORDINANZA

     

     

     

     

    MONDRAGONE – E’ stata respinta dall’ottava sezione del tribunale di Napoli la richiesta di arresto a carico di 18 produttori di mozzarella aderenti al Consorzio Dop. Rigettata anche la richiesta di sequestro di 28 caseifici.

    La Procura di Napoli lo scorso 26 giugno aveva presentata istanza in Appello contro il rigetto delle misure cautelari deciso dal Gip di Napoli.

    La vicenda è quella pertinente la violazione secondo le normative che disciplinano il marchio Dop nella produzione di mozzarella. In tale storia risultavano coinvolti il re delle mozzarelle Giuseppe Mandara di Mondragone, Carlo Cilento e Luigi Chianese

    M.I.

    PUBBLICATO IL: 18 novembre 2013 ALLE ORE 16:25