Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Mondragone / Zannini: ” Riportiamo in Consiglio la proposta sui sottotetti”


      Dopo il volantino di ieri, martedì, i centristi tornano alla carica per rendere abitabili oltre 700 locali della città COMUNICATO STAMPA – Mondragone - La giunta Schiappa e’ priva di progettualità, e dimostra sempre più di essere distante dall’affrontare i reali problemi che relegano al palo l’economia cittadina. Appare doveroso rilanciare Mondragone riportando in […]

    Nelle foto Giovanni Zannini e Giovanni Schiappa

     

    Dopo il volantino di ieri, martedì, i centristi tornano alla carica per rendere abitabili oltre 700 locali della città

    COMUNICATO STAMPA – Mondragone - La giunta Schiappa e’ priva di progettualità, e dimostra sempre più di essere distante dall’affrontare i reali problemi che relegano al palo l’economia cittadina. Appare doveroso rilanciare Mondragone riportando in consiglio comunale alcuni argomenti di indiscutibile interesse generale. Mi riferisco alla tematica del SOTTOTETTI, argomento su cui il consiglio comunale di Cennamiana memoria seppe esprimersi favorevolmente e soprattutto all’unanimità’  adottando una delibera che rendeva fattibili e praticabili a determinate condizioni i sottotetti  sia esistenti che da realizzarsi, delibera che purtroppo successivamente si e’ incagliata in difficoltà’ interpretative legittimamente sollevate dall’Utc relativamente alle distanze dai confini e dagli immobili limitrofi, fino ad essere praticamente svuotata di significato da un provvedimento del Commissario Prefettizio che altro non faceva se non aumentare le incertezze sul tema.

    La tematica dei sottotetti deve essere riportata in consiglio per rendere concretamente eseguibile la volonta’ del Supremo organo consiliare (gia espressasi al riguardo) paralizzata da difficoltà esecutive certamente superabili. Allo stesso modo va proposta la modificata la scheda B8 del regolamento edilizio onde sbloccare le destinazioni di uso commerciali in zona Levagnole, Pescopagano e cento storico. Infine vanno resi edificabili (sulla scia di una simile determinazione operata da Commissario Prefettizio ma ma seguita da titoli concessori ) i LOTTI INTERCLUSI  (circa 500) coerentemente alla regola urbanistica, così come del resto ha fatto il Comune i Formia (per citarne uno) nel 2009. Le proposte modifiche/chiarimenti del piano regolatore concretizzeranno certamente la soddisfazione dell’interesse generale ed al contempo daranno un forte impulso alla economia locale e all’edilizia ormai al palo! Su questo confido nel buon senso e nella fattiva operatività di quanti – tra i consiglieri di maggioranza – hanno già dato prova di saper interloquire con le minoranze su tematiche i interesse generale.

    Avv Giovanni Zannini per la coalizione di centro

    PUBBLICATO IL: 28 novembre 2012 ALLE ORE 11:05