Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE / Uno degli estorsori principali di La Torre torna in semilibertà. E’ stato anche il ras dello spaccio


    Nella foto, Augusto La Torre   La decisione presa dal tribunale di Sorveglianza di Napoli Mondragone - Il Tribunale di Sorveglianza di Napoli ha accolto la richiesta avanzata dall’avvocato Giovanni Zannini e ha concesso la misura alternativa della semilibertà al pluripregiudicato Antonio Timpanelli, quarantaduenne di Modragone che stava scontando la pena definitiva di 8 anni […]

    Nella foto, Augusto La Torre

     

    La decisione presa dal tribunale di Sorveglianza di Napoli

    Mondragone - Il Tribunale di Sorveglianza di Napoli ha accolto la richiesta avanzata dall’avvocato Giovanni Zannini e ha concesso la misura alternativa della semilibertà al pluripregiudicato Antonio Timpanelli, quarantaduenne di Modragone che stava scontando la pena definitiva di 8 anni per reati i criminalità organizzata. Timpanelli è stato indicato dagli inquirenti quale pedina del clan La Torre, avente la funzione di esattore delle estorsioni sul territorio e gestore di una piazza di spaccio di hashisc  mediante il pagamento di una tangente. Le condanne sono giunte per effetto delle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia. Dopo una lunga e ininterrotta detenzione tra S. Maria Capua Vetere e Viterbo si sono riaperte le porte del carcere per il Timpanelli.

    PUBBLICATO IL: 26 novembre 2012 ALLE ORE 19:30