Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGGIORNAMENTO ESCLUSIVA MONDRAGONE, Tentativo di furto al 3 store di Viale Margherita, il secondo dopo nemmeno un mese


     I ladri sono scappati a bordo di una “Punto” grigia dopo essere stati scoperti da un giovane vicino che li ha messi in fuga gettando vasi dal balcone. 6 mesi fa un altro colpo, quella volta andato a buon fine. A maggio scorso, un altro attentato vanificato dal coraggio della vigilanza privata “Lavoro e Giustizia”. […]

     I ladri sono scappati a bordo di una “Punto” grigia dopo essere stati scoperti da un giovane vicino che li ha messi in fuga gettando vasi dal balcone. 6 mesi fa un altro colpo, quella volta andato a buon fine. A maggio scorso, un altro attentato vanificato dal coraggio della vigilanza privata “Lavoro e Giustizia”. Il titolare del 3 Store Antonio Licciardi: “Ringrazio tutti quei mondragonesi che mi sono stati vicini”

     

    da sinistra, altre foto del tentativo di furto al 3 store di viale Margherita e il titolare Antonio Licciardi

     

    aggiornamento ore 13:20  MONDRAGONE- Nella notte del 29 maggio 2013 successe la stessa cosa. Quella volta, i malviventi provarono a scassinare la saracinesca con un piede di porco e a buttare giù la porta blindata a suon di mazze di ferro. Non portarono via nulla: solo paura e danni materiali al locale. Il colpo fu sventato dal coraggio e dalla tempestività della vigilanza privata “Lavoro e Giustizia“, nella persona del brigadiere Antonio Zito e del maresciallo maggiore Salvatore Campanile. Sul quotidiano  “Cronache di Caserta“, io stesso scrissi un articolo sull’episodio di cronaca (nella foto in basso).

    nella foto, il mio articolo pubblicato il 30 giugno 2013 sul quotidiano “Cronache di Caserta” riguardante il tentativo di furto del 29 maggio 2013

    Sei mesi fa, invece, tre delinquenti riuscirono ad entrare e a trafugare alcuni cellulari. La loro felicità fu interrotta dalle forze dell’ordine ben presto: identificati a Napoli, vennero arrestati. Dopo il tentativo di furto di ieri notte, sembra sempre più evidente che il 3 STORE faccia assai “gola” ai ladri, probabilmente per il valore dei telefoni all’interno. Antonio Licciardi, responsabile di zona H3G, titolare del negozio di telefonia in questione, un ragazzo educato e gentile, non è mondragonese, ma ama Mondragone e tutti i mondragonesi perbene. È davvero stanco dell’ennesimo attacco alla sua attività. Sul “social networkFacebook, tra i commenti al post di CasertaCE sulla notizia del furto subito, ha scritto: “Sono profondamente rammaricato per questi energumeni che, al dire delle persone, sono fuggiti a bordo di una punto vecchio modello e di colore grigio ,a volto scoperto ,nonostante ci siano le telecamere di video sorveglianza. Sono convinto che a non sono del posto. Voglio ringraziare a tutti i mondragonesi per la loro solidarietà che hanno manifestato nei miei confronti” . I criminali di ieri notte, senza passamontagna, sono scappati utilizzando una “Punto” vecchia e grigia, allarmati probabilmente da un giovane vicino che, accortosi del furto, ha scagliato contro di loro dei vasi dal balcone sovrastante. Le forze dell’ordine stanno conducendo le indagini. Pare che ci siano alcune immagini delle telecamere che abbiano ripreso qualcosa che potrà aiutare gli inquirenti. L’attentato del 20 maggio scorso, avvenuto dopo soli tre giorni dalla sparizione e dal successivo ritrovamento della macchina del marito del vice-sindaco Anna Barbato, fu messo a segno a bordo di una macchina nera, secondo la testimonianza dei due agenti della “Lavoro e Giustizia” succitati. In città, l’allarme è scattato. I furti sono troppi e frequenti. L’appello di CasertaCE e di tutti i cittadini onesti di Mondragone va alle autorità giudiziarie e all’amministrazione. Intensificazione dei controlli, soprattutto notturni: una priorità assoluta.  Sicurezza e l’incolumità dell’intera popolazione vanno garantite.

     

    Walter De Rosa

     

     

     

    da sinistra, le immagini del tentativo di furto con scasso e la foto dell’insegna del negozio 3 store sul Viale Margherita

     

    Non hanno portato via nulla. Un ragazzo dal balcone ha cercato di mandare via i malviventi lanciando vasi dall’alto

     

    MONDRAGONE- I ladri hanno provato ad entrare nel locale alle 04:00 di ieri notte, senza riuscire nell’intento. Hanno scardinato la saracinesca e danneggiato, probabilmente con una spranga di ferro, il vetro blindato. Sembra che un giovane del palazzo sovrastante il negozio abbia sentito i rumori, si sia affacciato al balcone e abbia  messo in fuga i malviventi lanciando vasi. Dopo neanche 30 giorni, il 3 store viene ripreso di mira dai “topi della notte“.

     

    Walter De Rosa

    PUBBLICATO IL: 21 giugno 2013 ALLE ORE 10:16