Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE- Ritardi e organizzazione lenta, questo è ancora il Carnevale 2014. La riunione dell’amministrazione con le associazioni è solo una “bufera”


    Carnevale cittadino 2014, la riunione tra amministrazione e associazioni finisce in polemica.  di Walter De Rosa MONDRAGONE -  Si è appena concluso l’incontro tra i responsabili locali delle Associazioni di Categoria, di Quartiere, di volontariato, no-profit e culturali presso la mediateca della zona mare. La riunione aveva come scopo l’organizzazione del Carnevale cittadino 2014 previsto per l’inizio di marzo. […]

    momenti della riunione

    Carnevale cittadino 2014, la riunione tra amministrazione e associazioni finisce in polemica. 

    di

    Walter De Rosa

    MONDRAGONE -  Si è appena concluso l’incontro tra i responsabili locali delle Associazioni di Categoria, di Quartiere, di volontariato, no-profit e culturali presso la mediateca della zona mare. La riunione aveva come scopo l’organizzazione del Carnevale cittadino 2014 previsto per l’inizio di marzo. L’assessore delegato all’argomento da trattare, Salvatore Pacifico, non era presente per motivi istituzionali ed ha incaricato come portavoce il consigliere Giuseppe Iandico. La polemica si è subito accesa. Carlo Federico di “Cittadinanza attiva” ha detto che  “è l’amministrazione che deve presentare un progetto e non le associazioni” . C’è stato chi, come Alessandro Gentile di “Eventi family”, ha invece sottolineato l’importanza dell’esistenza di una “commissione-eventi”  a cui affidare la preparazione di tutte le manifestazioni pubbliche. I punti principali della protesta di alcune voci degli esponenti popolari nei confronti dell’assessorato sono stati due in particolare: il ritardo con cui si è pensato di convocare un “meeting” per l’allestimento della festività carnevalesca e un’organizzazione ancora da definire al meglio. Al termine del “summit“, non si è arrivati ad una conclusione rimandando ogni cosa a giovedì prossimo.

    È necessario fare alcune considerazioni alla luce di quanto accaduto poche ore fa alla mediateca.

    Appare alquanto paradossale che l’Amministrazione comunale incontri le associazioni locali per l’organizzazione del Carnevale 2014 soltanto quando mancano pochissimi giorni alla tanto attesa “festa delle maschere”, con l’intento di programmare l’evento carnevalesco in una breve ed unica occasione di confronto. Eventi del genere andrebbero pianificati  in largo anticipo, e non la “sera per la mattina“. Un anticipo consistente di almeno 3 mesi durante i quali vengano discussi, in maniera democratica e sinergica tra assessorato e associazioni, una serie di progetti su cui investire (carri, animazione, intrattenimento musicale, coreografie). Una discussione che dovrebbe essere, inoltre, per garantire maggiore efficacia nella riuscita dello spettacolo finale, condivisa con organi come le Consulte ( organi che a Mondragone non sono funzionali e non si è mai capito il perchè ma si può immaginarlo).   In tutto ciò, che fine ha fatto la “PRO LOCO“?

    È solo seguendo questo “iter”  (largo anticipo, sinergia tra associazioni e amministrazione, lavoro delle consulte) che il Carnevale potrà davvero riuscire alla perfezione.

    PUBBLICATO IL: 3 febbraio 2014 ALLE ORE 19:46