Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE / Puc, Piano Spiaggia, immigrati, depuratore e promesse elettorali, il "decalogo" del Pd per la gestione Schiappa


      Dieci domande rivolte al primo cittadino per fare il punto, anzi un bilanzio sulle scelte poltiche dell’esecutivo di centro destra, anche rispetto a vicende sociali, quali quella degli immigrati.   MONDRAGONE – Nemmeno Mosè con i suoi 10 comandamenti avrebbe potuto chiedere di più rispetto alle 10 domande del Pd di Mondragone, per i cosiddetti […]

    Nelle foto, da sinistra, Aristide Papa e Achille Cennami

     

    Dieci domande rivolte al primo cittadino per fare il punto, anzi un bilanzio sulle scelte poltiche dell’esecutivo di centro destra, anche rispetto a vicende sociali, quali quella degli immigrati.

     

    MONDRAGONE – Nemmeno Mosè con i suoi 10 comandamenti avrebbe potuto chiedere di più rispetto alle 10 domande del Pd di Mondragone, per i cosiddetti “peccati politici” dell’amministrazione e della gestione Schiappa. C’è di tutto e di più: dal Piano Spiaggia, al recupero delle facciate dei palazzi in zona lido. Dalla riqualificazione delle aree verdi al depuratore e via discorrendo.

    I vertici del Circolo Vassallo, diretto da Aristide Papa e i consiglieri comunali di opposizione del Pd, capitanati da Achille Cennami, invocano anche chiarimenti sul Puc, sul problema degli immigrati e sull’osservatorio ambientale. In dieci domande poste al sindaco, che pubblichiamo in calce a questo articolo, i bersaniani mondragonesi attendono delle risposte, anche queste contrassegnate, come le promesse elettorali dalla speranza del  “breve periodo”.

    Max Ive

     

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLE 10 DOMANDE DEL PD PER SCHIAPPA

     

    1. Piano Spiaggia: Era previsto” l’attuazione del Piano Spiaggia relativo al tratto urbano e poi l’utilizzo regolamentato dell’intera fascia costiera”.  “Breve Periodo” (?)

    Ha sbagliato in qualche cosa o forse le sue sono state solo parole di propaganda?

     

    1. Sempre nel programma elettorale, spiccava “una grande attenzione per le abitazioni poste nella zona lido e a ridosso della Villa Comunale alle quali bisognava dare delle direttive per il  colore delle facciate degli immobili”. “Breve Periodo” (?)

    Non pensa di aver deluso i suoi elettori?

     

    1. Prioritaria doveva essere “la riqualificazione delle zone verdi e degli spazi delle ville comunali, nonché la creazione di percorsi culturali-archeologici-enogastronomici in collaborazione con il mondo dell’associazionismo cittadino e gestori di strutture turistiche”. “Breve Periodo” (?)

    Se ne è per caso dimenticato?

     

    1. Grande attenzione per “la realizzazione del nuovo ed “imponente” depuratore nonché l’istituzione di un osservatorio sanitario permanente con particolare riguardo alla tenuta delle statistiche relative alle malattie oncologiche”. “Breve Periodo” (?)

    A che punto stanno questi lavori? Forse si assemblano altrove e si portano a Mondragone già montati? Visto che non si batte un “chiodo”?

     

    1. Bisognava procedere “all’incentivazione del commercio nel centro storico cittadino anche attraverso la leva fiscale”.  “Breve Periodo” (?)

    Tutto ciò, in quale centro storico della città è accaduto  o sta per accadere?

     

    1. Doveva essere  prioritario, prima dell’adozione e dell’approvazione del PUC  “realizzare aree destinate a zona artigianale”.  “Breve Periodo” (?)

    Quando avverrà il taglio del nastro della zona artigianale?

     

    1. Ancora nel programma era scritto: “Si creeranno i marchi di tutela dei prodotti tipici (fagiolino di Mondragone etc.) rispettando un programma con le aziende di produzione e commercio di prodotti agricoli per la creazione di un ciclo di produzione e commercializzazione”. “Breve Periodo” (?)

    Facendo una  breve indagine tra gli imprenditori specializzati nel settore della zona subito si è capito che stiamo all’anno zero! Come mai?

     

    1. Altro punto del programma: “Il problema degli immigrati a Mondagone ha assunto proporzioni considerevoli per cui diventano necessari interventi di accertamento ovvero di un censimento degli immobili locati con particolare attenzione al rapporto densità popolazione/immobili”.  “Breve Periodo” (?)

    Ad una timida azione populista effettuata nei primi giorni di sindacatura è seguito il nulla! A che punto stanno gli accertamenti delle abitazioni locate agli extracomunitari? E’ stato realizzato qualche progetto di integrazione sociale? E l’Osservatorio Permanente sui problemi di integrazione culturale, civile e sociale delle popolazioni immigrate a che punto sta?

    9. Si è fatto un’idea di quante imprese a Mondragone hanno chiuso l’attività e quanti giovani sono stati costretti a lasciare la “sua” città? Se non ci ha mai pensato le consigliamo di farsi fare un accurato elenco e magari trovare,  per un solo giovane emigrato,  un motivo valido perché sarebbe dovuto restare a Mondragone!
    10. Mondragone, la “sua” città, in nove mesi circa di amministrazione la vede più bella? Se la risposta è positiva ci vuole elencare 2(due) progetti intrapresi o portati a termine? (oltre il recupero pregresso della TARSU dopo aver “stanato gli evasori”)
    Ovviamente abbiamo preso in considerazione solo gli argomenti interessati al breve periodo, perché per gli altri (medio e lungo periodo) immaginiamo che sia  un tantino presto!!!

    PUBBLICATO IL: 8 febbraio 2013 ALLE ORE 16:23