Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Ultim’ora- MONDRAGONE- Partorisce figlio morto. È “giallo” sulla dinamica. Indagano i carabinieri


        Trovato un feto morto in via Pesaro. Indagano i carabinieri   di Walter De Rosa   MONDRAGONE- Ricostruire la vicenda è stato difficilissimo. I vicini erano spaventati. Non mi sono presentato come giornalista, ma mi hanno riconosciuto tutti e, spinti probabilmente dal timore, non hanno voluto raccontarmi nulla. Solo qualcuno ha scelto di […]

     

     

    Trovato un feto morto in via Pesaro. Indagano i carabinieri

     

    di

    Walter De Rosa

     

    MONDRAGONE- Ricostruire la vicenda è stato difficilissimo. I vicini erano spaventati. Non mi sono presentato come giornalista, ma mi hanno riconosciuto tutti e, spinti probabilmente dal timore, non hanno voluto raccontarmi nulla.

    Solo qualcuno ha scelto di dirmi quel poco che sapeva. Dalle parole di questi testimoni più “gentili“, sono riuscito a ripercorrere i tratti principali del macabro episodio avvenuto stamattina in via Pesaro, traversa della Domitiana.

    Le versioni sono discordanti, scrivere una verità “assoluta” in questo momento è impossibile. Ci sono solo ipotesi.

    La dinamica è imprecisa,  certo è soltanto il fatto che una donna di origini straniere avrebbe partorito un feto morto, durante la notte di ieri, un fatto segnalato dalla gente dei paraggi ai sanitari del 118, intervenuti in concerto con l’arma dei carabinieri.

    Attendiamo la versione ufficiale dai carabinieri.

     

    Di seguito, vi esporrò le varie testimonianze discordanti delle persone raccolte stamattina in via Pesaro:

    1) Un vicino ha detto che, durante la notte di ieri, avrebbe sentito delle grida dalla casa della partoriente, grida prolungatesi per varie ore. Avrebbe sentito anche rumori, forse una lite. Ma poi non ha saputo dire più nulla di preciso.

    2) Un altro testimone avrebbe visto qualcuno che in silenzio usciva dall’abitazione con un sacco in mano, forse contenente il feto morto.

    3) Chi era presente insieme ai carabinieri nella stanza della partoriente, ha raccontato che il feto era chiuso in un pannolone e non in un sacco come qualcun altro aveva detto.

     

    Il caso si fa complicato. 

    Siamo in attesa di una verità che possa chiarire l’accaduto

    PUBBLICATO IL: 14 settembre 2013 ALLE ORE 13:38