Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE- L’immobilismo di Schiappa sui rifiuti unisce la nuova probabile “maggioranza”. I numeri ci sarebbero tutti per vincere


        Poche ore fa, si è conclusa una conferenza stampa tenuta dalle forze di  opposizione cittadine presso lo studio commerciale del dott. Alessandro Pagliaro in via Nazzaro Sauro. Sull’ emergenza rifiuti e sul rischio di presenza di rifiuti tossici nei fondi mondragonesi, le minoranze si compattano e Schiappa perde pezzi.  Nei prossimi giorno, il […]

    immagini della conferenza stampa

     

    da sinistra, il sindaco Schiappa, i consiglieri Pagliaro, Beatrice, Mascolo e Del Prete

     

    Poche ore fa, si è conclusa una conferenza stampa tenuta dalle forze di  opposizione cittadine presso lo studio commerciale del dott. Alessandro Pagliaro in via Nazzaro Sauro. Sull’ emergenza rifiuti e sul rischio di presenza di rifiuti tossici nei fondi mondragonesi, le minoranze si compattano e Schiappa perde pezzi. 

    Nei prossimi giorno, il video intergrale della conferenza stampa ripreso e montato dal nuovo cameraman professionista Vincenzo Prisco del negozio “Ciak Video” in Via Venezia di Mondragone

    di
    Walter De Rosa

    MONDRAGONE- Ieri sera, presso lo studio commerciale, del centrista dott Alessandro Pagliaro, si è svolta una conferenza stampa alla quale hanno preso parte ben 7 consiglieri comunali (Alessandro Pagliaro, Luigi Beatrice, Gerardo Napolitano, Carmine Del Prete, Giuseppe Piazza, Luigi Mascolo, Michele Conte) i quali in data 28.9.13 hanno chiesto la convocazione straordinaria del consiglio comunale per chiedere un cambio di rotta della maggioranza ribaltonista Schiappa-Cennami che “appare chiaramente incapace di assicurare alla città una gestione ordinaria del servizio rifiuti”.

    La sensazione che si è avuta è che si sta naturalmente creando un fronte alternativo (compatto e sempre più affiatato) tra consiglieri comunali (quelli sopra indicati) che intendono porsi come possibile maggioranza alternativa a quella Schiappa- Cennami attualmente in campo per effetto del ribaltone di cui tanto si è discusso ( e che in città non viene ancora digerito). Guardando i “curricula” dei 7 consiglieri e le aree di rispettiva provenienza, si ha la sensazione netta che i numeri ( in termini di suffragi elettorali) siano tutti dalla loro parte.

    I consiglieri del fronte “anti SCHIAPPA-CENNAMI” denunciano l’immobilismo del Sindaco e gli chiedono perchè fino ad oggi non sia stato disposto un monitoraggio (attraverso periodici saggi) e perchè non è stata avviata una conseguenziale bonifica di quei terreni che si sospetta siano pieni di possibili rifiuti tossici.

    Chiedono, inoltre, che si intervenga, come comuni  limitrofi, per garantire ai cittadini quelle attività di ripristino delle condizioni igieniche minime con eliminazione di ogni rifiuto tossico. 

    Il Sindaco deve dare spiegazione del suo immobilismo. Dobbiamo creare una task force tra forze dell’ordine. Autorità sanitarie e figure tecniche preposte per sapere in quali condizioni si trovano i terreni di Mondragone.” - hanno accusato i sette.

    Pesantissime le accuse dei sette. In particolare, severo l’attacco del centrista Alessandro Pagliaro: “Mondragone muore per l’immobilismo della maggioranza Schiappa-Cennami, immobilismo che non ha consentito alla nostra città di entrare nel piano regionale delle bonifiche, impedendo la messa in sicurezza della Cantarella e di tutte le altre zone in cui si sospetta la presenza di scorie tossiche”.

    Sulla stessa linea d’onda, Gerardo Napolitano del NPSI: “Schiappa su cento delibere di giunta, 80 le ha dedicate alla elargizione clientelare di patrocini gratuiti disinteressandosi completamente dell’esigenze prioritarie della nostra città. Assurdo che Mondragone, unica realtà della provincia casertana, debba soffrire per un servizio di raccolta rifiuti di palese inefficienza e che in tale materia, per ripristinare condizioni di normalità, debbano intervenire i carabinieri . L’intervento delle forze dell’ordine rappresenta la prova più lapalissiana del fallimento politico del Sindaco in quota” partito democratico” Giovanni Schiappa”.

    il consigliere Giuseppe Piazza del PDL

    Critico anche il commento del pidiellino Giuseppe Piazza: “I mondragonesi non vanno allarmati ma al contempo vanno messi al sicuro mentre tutti quanti i comuni limitrofi stanno procedendo ad un’attività di controllo attraverso saggi di terreni per escludere l’esistenza di rifiuti tossici, Schiappa e Cennami stanno a guardare. È inaccettabile, i mondragonesi vanno messi al sicuro e tranquillizzati o protetti se necessario. Abbiamo bisogno di certezze e di verità per la tutela dei nostri cari e delle generazioni future”.

    Luigi Beatrice di UDC ha spiegato: “Organizzeremo presto un convegno al quale parteciperanno associazioni specializzate nella materia ed oncologi per trarre indicazioni che porteremo all’attenzione del consiglio comunale. La salubrità del nostro territorio è materia sulla quale non ci si può dividere e in relazione alla quale, visto l’immobilismo totale della maggioranza, ci siamo visti costretti a chiedere la convocazione straordinaria di un’Assise monotematica alla quale mi auguro parteciperanno tutti i cittadini di buon senso perchè è arrivata l’ora di stabilire le vere priorità di una sana gestione amministrativa”.

    Luigi Mascolo di “Intesa per Mondragone ha commentato: “Ci facciamo carico di intervenire in una materia di interesse primario per sopperire all’immobilismo del Sindaco Schiappa che appare distratto sul tema così delicato. I cittadini mondragonesi, in un momento in cui tutti i paesi vicini stanno predisponendo imponenti attività di verifiche e di controllo del territorio per escludere o per sopperire all’eventuale presenza di rifiuti tossici, hanno il dovere di essere informati sulla reale situazione in cui versiamo. Tutti insieme, da oggi iniziamo una battaglia nell’interesse della città, dei nostri figli, battaglia tesa ad articolare un’agenda politica calibrata in maniera tale da porre al primo posto la salute, l’ambiente, il popolo”

     

    il consigliere Michele Conte del PDL

    Michele Conte del PDL ha detto: “Partecipo a quest’iniziativa perchè ogni battaglia nell’interesse dei miei concittadini mi vedrà sempre schierato in prima linea. Il popolo, l’ambiente, la salubrità delle terra vengono al di sopra di ogni cosa ed ogni attività – come quella che stiamo intraprendendo – tesa a dare priorità a tematiche così importanti mi troverà sempre al massimo di una fattiva operatività”
    Carmine Del Prete di “Io amo Mondragone” ha affermato: “Sono davvero contento perchè all’ordine del giorno, con gli amici consiglieri, sia stata posta una tematica di cui sono stato tra i primi promotori. Quando si parla di ambiente, di salute dei nostri cittadini, non ci si deve dividere e ogni stimolo delle minoranze, anche se vibrato, deve essere colto di buon grado ed accettato come stimolo a fare meglio.”

    PUBBLICATO IL: 29 settembre 2013 ALLE ORE 1:41