Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE / Tenta di uccidere il fratello, il gip lo manda ai domiciliari


    Accolta la richiesta dell’avvocato difensore Giovanni Zannini. MONDRAGONE - Il GUP del Tribunale di S. Maria C.V. Dott. Marcello De Chiara ha accolto l’istanza proposta dal’Avv. Giovanni Zannini concedendo gli arresti domiciliari a Rufino Di Santo di Mondragone. Il DI Santo si trovava ininterrottamente detenuto in carcere dal 17 novembre scorso con l’imputazione di tentato omicidio, […]

    Nella foto, il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

    Accolta la richiesta dell’avvocato difensore Giovanni Zannini.

    MONDRAGONE - Il GUP del Tribunale di S. Maria C.V. Dott. Marcello De Chiara ha accolto l’istanza proposta dal’Avv. Giovanni Zannini concedendo gli arresti domiciliari a Rufino Di Santo di Mondragone. Il DI Santo si trovava ininterrottamente detenuto in carcere dal 17 novembre scorso con l’imputazione di tentato omicidio, condotta consistita nel prendere una forbice e nel conficcarla nel petto del fratello Mario Di Santo mentre quest’ultimo stava aggredendo il padre Armando Di Santo, cagionando allo stesso Mario Di Santo le seguenti lesioni personali: “ferita da punta al’emitorace sinistro, falda di emopericardio, falda di emitorace a sinistra”. con cio’ poneva in essere atti idonei diretti in modo non equivoco a cagionare la morte dello stesso. Recentemente Rufino Di Santo era stato condannato alla pena di anni 6 di reclusione rimanendo, dunque, confermata la grave imputazione di tentato omicidio. Tuttavia a circa 6 mesi dall’arresto e con oltre 5 anni e mezzo da scontare il DI Santo ha ottenuto gli arresti domiciliari nella stesa abitazione in cui si è consumato il delitto

    PUBBLICATO IL: 7 maggio 2013 ALLE ORE 21:06