Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE- Giovanni Cardillo, evaso dai domiciliari, viene rispedito a casa dal Giudice. Seconda ed ultima possibilità per lui


    Accolte le richieste dell’avv. Giovanni Zannini. Cardillo Giovanni, nonostante l’evasione accertata dai carabinieri, può tornare ai domiciliari. Seconda ed ultima possibilità per lui MONDRAGONE- Durante l’udienza tenutasi ieri a Caserta per la convalida di arresto, il Giudice Monocratico dott.ssa Commella ha accolto la tesi difensiva dell’Avv Giovanni Zannini. Rigettando l’istanza del pubblico ministero di udienza […]

    Accolte le richieste dell’avv. Giovanni Zannini. Cardillo Giovanni, nonostante l’evasione accertata dai carabinieri, può tornare ai domiciliari. Seconda ed ultima possibilità per lui

    MONDRAGONE- Durante l’udienza tenutasi ieri a Caserta per la convalida di arresto, il Giudice Monocratico dott.ssa Commella ha accolto la tesi difensiva dell’Avv Giovanni Zannini.

    Rigettando l’istanza del pubblico ministero di udienza che aveva chiesto la carcerazione per Cardillo Giovanni ( quarantatreenne di Mondragone). Il pusher mondragonese torna a casa ed evita così il carcere. Intanto il 30 ottobre prossimo si terrà, presso l’aula bunker Ticino uno di Poggioreale, l’udienza con rito abbreviato durante la quale il pubblico ministero della DDA di Napoli chiederà le pene a circa 35 imputati, che capeggiati da Pagliuca Salvatore e da altre figure apicali (Scognamiglio Luigi, Lucci Luigi, ed altri), hanno gestito in. dome di monopolio mafioso una importante piazza di spaccio di cocaina in Mondragone fino a tutto il 2010.

    Ad inchiodare gli imputati numerosissime intercettazioni telefoniche e le dichiarazioni di accusa di alcuni collaboratori di giustizia.

    PUBBLICATO IL: 11 ottobre 2013 ALLE ORE 18:34