Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Mondragone / Altra festa di auguri al lido Cin Cin. Ma anche questa volta sindaco, giunta e consiglieri hanno fatto un autogol


      Si tratta di un impianto balneare, ancora al centro di significative controversie giudiziarie. Sarebbe prudente e opportuno per chi nelle istituzioni rappresenta l’intera città un atteggiamento più prudente, magari usando per gli eventi politici qualche sala pubblica MONDRAGONE – A Mondragone gli auguri di Natale diventano una questione di opportunità… direte voi perchè? Venerdì scorso, […]

    Nella foto, il lido Cin Cin

     

    Si tratta di un impianto balneare, ancora al centro di significative controversie giudiziarie. Sarebbe prudente e opportuno per chi nelle istituzioni rappresenta l’intera città un atteggiamento più prudente, magari usando per gli eventi politici qualche sala pubblica

    MONDRAGONE – A Mondragone gli auguri di Natale diventano una questione di opportunità… direte voi perchè? Venerdì scorso, 21 dicembre, si è tenuta la kermesse natalizia del movimento “Liberi e Democratici” presso la struttura balneare del lungomare mondragonese, “Cin Cin”.

    Lo stesso assessore Claudio Petrella, questa volta in veste di promoter dell’evento ha invitato la cittadinanza a partecipare alla manifestazione che a detta degli organizzatori ha coinvolto 200 persone. Dai media locali, inoltre, si è appreso quanto segue: “Oltre 200 persone hanno animato la serata degli Auguri di “Liberi e Democratici” per Mondragone. Con il Capogruppo Consiliare Giuseppe Iandico, il Sindaco Giovanni Schiappa, gli assessori Bertolino, Federico e Gravano, numerosi Consiglieri Comunali, molti candidati della lista “Liberi e Democratici“, in poche parole una festa assortita, alla quale hanno partecipato anche rappresentanti dell’amministrazione comunale di Mondragone.

    Nel clima allegro e festivo che si respirava prima di Natale, quindi, all’improvviso, ci si è dimenticati del clima meno sereno della scorsa estate, quando la Capitaneria di Porto e le forze dell’ordine facevano visita alle strutture balneari della riviera mondragonese al fine di controllare la regolarità delle licenze edilizie e commerciali concesse, dei condoni pendenti. Un’iniziativa che si inseriva nel problema più ampio del Piano Spiaggia, che aveva avvelenato di molte tensioni le giornate degli operatori balneari del lungomare Caracciolo.

    In questo clima goliardico non si è compreso il perchè un movimento politico locale abbia invitato iscritti e amministratori a partecipare alla manifestazione natalizia su di un lido, quando la stessa si poteva tenere presso una sede di partito o addirittura presso la sala consiliare, che è tra i luoghi più appropriati per tenere kermesse politiche, che in questo caso lambiva anche la valenza istituzionale, in considerazione della presenza di sindaco, assessori e consiglieri comunali.

    Per carità, i titolari e i gestori del lido Cin Cin sono persone serissime, fino a prova contraria. Però neanche si può negare che questo lido è stato dentro e si trova ancora dentro a procedure controverse, relativamente alla legalità della sua infrastrutturazione e strutturazione. Ecco perchè non è stato affatto opportuno che le istituzioni più importanti della città l’abbiano scelto, per l’ennesima volta, forse anche per la parentela del titolare, che è il cognato di Claudio Petrella, per ospitare una manifestazione pubblica, con una, ripetiamo valenza istituzionale.

    Una situazione ancora non definita che meriterebbe di essere gestita con ben altra prudenza da parte di chi rappresenta l’intera città.

    PUBBLICATO IL: 29 dicembre 2012 ALLE ORE 19:48