Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Agg.12.49 MONDRAGONE, agricoltore annega nell’Agnena, scarcerato il presunto omicida


        L’uomo difeso dall’avvocato Aprea è stato liberato stamane a seguito di una decisione disposta dal giudice di S. Maria Capua Vetere  Agg.12.49 –  E’ stato rimesso in libertà Aniculaesei Sabin Petronel, il cittadino rumeno accusato di omicidio preterintenzionale, per aver accoltellato e gettato nel fiume il proprio amico Vasile Usturoi. Il racconto del […]

     

    Nella foto, il torrente Agnena ripreso dai Carabinieri

     

    L’uomo difeso dall’avvocato Aprea è stato liberato stamane a seguito di una decisione disposta dal giudice di S. Maria Capua Vetere

     Agg.12.49 –  E’ stato rimesso in libertà Aniculaesei Sabin Petronel, il cittadino rumeno accusato di omicidio preterintenzionale, per aver accoltellato e gettato nel fiume il proprio amico Vasile Usturoi. Il racconto del ragazzo non aveva convinto gli inquirenti, in particolare le tre ore di ritardo nel dare l’allarme e la fuga dal luogo del fatto. Il quadro indiziario si aggravava ulteriormente nel momento in cui, dopo ben 8 giorni, sul cadavere ripescato nelle acque del fiume Agnena, venivano rinvenute numerose ferite da taglio. Da qui il decreto di fermo emesso dalla Procura di S. Maria C.V., con successiva applicazione ad opera del GIP della misura cautelare della custodia in carcere. Nel pomeriggio, però, la svolta, con la decisione della 10a Sezione Coll. E del Tribunale del Riesame di Napoli che,  accogliendo l’assunto difensivo dell’Avv. Edoardo Giovanni Aprea, rimetteva in libertà l’Aniculaesei. Fondamentale sarà ora leggere le motivazioni del Tribunale della libertà per i riflessi che tale decisione potrà avere sul successivo giudizio.  

    MONDRAGONE - Era stato fermato in quanto indiziato di delitto dai carabinieri della Compagnia di Mondragone. La vicenda è quella della scomparsa dell’agricoltore romeno nelle acque dell’Agnena, nella notte tra il 14 e il 15 dicembre. Il cadavere fu poi,  grazie alle meticolose operazioni dei carabinieri e dei vigili del fuoco nucleo sommozzatori, ritrovato dopo poco più di una settimana. Stiamo scrivendo del 21enne ANICULAESEI Sabin Petronel. L’uomo difeso dall’avvocato Edoardo Aprea, è stato scarcerato stamane su decisione del giudice.

    (CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO)

     

     

    PUBBLICATO IL: 24 gennaio 2014 ALLE ORE 12:19