Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TUTTE LE FOTO S. MARIA C. V. – Bomba sotto casa del figlio di Enzo Natale, ad un passo dal tribunale


      Tremenda deflagrazione nella notte. Distrutto il cancello dell’abitazione dell’imprenditore 41enne, titolare anche di alcune quote della sala Bingo   Aggiornamento 9.23 - Una bomba carta e’ esplosa nella notte a Santa Maria Capua Vetere, alle spalle del tribunale penale in via Gallozzi, non molto distante dal punto di sorveglianza armata dell’Esercito. L’ordigno, secondo quando accertato […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Mario Natale, via Gallozzi ed Enzo Natale

    Tremenda deflagrazione nella notte. Distrutto il cancello dell’abitazione dell’imprenditore 41enne, titolare anche di alcune quote della sala Bingo

     

    Aggiornamento 9.23 - Una bomba carta e’ esplosa nella notte a Santa Maria Capua Vetere, alle spalle del tribunale penale in via Gallozzi, non molto distante dal punto di sorveglianza armata dell’Esercito. L’ordigno, secondo quando accertato dai poliziotti guidati dal dirigente Pasquale Trocino, e’ stato posizionato vicino al portoncino dell’abitazione dell’imprenditore Marco Natale, 41 anni, figlio del noto imprenditore di Casal di Principe, trapiantato a Santa Maria Capua Vetere Enzo Natale, conosciuto anche per il suo impegno politico  che lo portò nel 2005 ad essere candidato alle elezioni regionali della lista Udeur, in appoggio al centro sinistra.

    Nelle foto, i vigili del fuoco intervengono in via Gallozzi dove è esplosa la bomba

    Marco Natale è anche nipote di Mario Natale, arrestato nell’ambito dell’inchiesta sul clan dei Casalesi Spartacus 3.

    Mario Natale, imprenditore di Casal di Principe, in passato e’ stato azionista di riferimento dell’Albanova calcio, e il presidente del Gladiator che portò tra 2000-2002 dal campionato di eccellenza alla C2.

    Marco Natale, imprenditore immobiliare, possiede anche le quote di una sala bingo di famiglia che si trova attaccata alla caserma dei carabinieri di Santa Maria Capua Vetere. La deflagrazione, definita molto potente dai residenti, molti dei quali sono scesi in strada, ha distrutto il cancello dell’abitazione infrangendo i vetri delle finestre. Sul posto anche si sono recati anche i vigili del fuoco.

     

    Nelle foto, i vigili del fuoco in azione per rimuovere i detriti dell’esplosione in via Gallozzi. Nelle fotine Enzo e Mario Natale

     

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Nella notte, quella tra, mercoledì e giovedì, intorno alle 3.30, gli abitanti dei palazzi in via Gallozzi hanno avvertito un sinistro e tremendo boato. Si è trattato dell’esplosione di un ordigno, una bomba carta, secondo le prime ricostruzioni sul caso effettuate dalle forze di polizia locale, piazzato a poca distanza dal palazzo in cui vive l’esponente politico sammaritano Enzo Natale e prospiciente alla libreria Edicolé.

    Sul caso sono in corso ancora le indagini. L’esplosione è stata così forte che alcuni vetri del vicinissimo liceo Nevio sono crepati.

    Il 30 novembre scorso a subire un attentato fu la lavanderia Bolero  ubicata in via Jan Palach a Santa Maria Capua Vetere. 

    L’attività commerciale era  di proprietà di Miranda Diana, moglie di Michele Orsi, l’imprenditore ucciso dall’ala stragista del clan dei Casalesi nel 2008.

    PUBBLICATO IL: 7 marzo 2013 ALLE ORE 11:05