Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE – Violentò una ragazzina di 14 anni: secondo il perito non era incapace di intendere e di volere


    La I sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha rigettato la richiesta di proscioglimento presentata dalla difesa e rinviato il tutto alla prossima udienza MARCIANISE - Si è tenuta stamattina, mercoledì, innanzi alla I Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, l’udienza di audizione dello psichiatra Dott. Nardini, consulente tecnico d’ufficio, […]

    La I sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha rigettato la richiesta di proscioglimento presentata dalla difesa e rinviato il tutto alla prossima udienza
    MARCIANISE - Si è tenuta stamattina, mercoledì, innanzi alla I Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, l’udienza di audizione dello psichiatra Dott. Nardini, consulente tecnico d’ufficio, al fine di chiarire la circostanza inerente la sussistenza o meno della capacità di intendere e di volere di  Francesco Di Giovanni, imputato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una minore di anni 14, verificatasi nel 2010 a Marcianise.
    I genitori della minore, assistiti e difesi dagli avvocati Gennaro Caracciolo e Armando Corsini, per loro tramite, hanno fatto emergere in udienza che l’imputato Francesco Di Giovanni, all’epoca dei fatti, non era totalmente incapace di intendere e di volere, bensì solo parzialmente incapace.
    A seguito di tale decisivo chiarimento del Ctu, il collegio ha rigettato la richiesta di proscioglimento presentata dalla difesa dell’imputato ed ha rinviato il processo al 29 novembre per il prosieguo dell’istruttoria.

    PUBBLICATO IL: 19 giugno 2013 ALLE ORE 21:34