Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE – Migliaia di visitatori tra le “venelle” marcianisane del centro storico per “L’Estate di San Martino”


    I visitatori sono accorsi anche da numerose altre province campane     MARCIANISE – E’ terminata ieri sera la due giorni de “L’Estate di San Martino”, attesa manifestazione tutta marcianisana che attira ogni anno migliaia di visitatori. L’Estate di San Martino è la festa di vino, tradizioni, arte e sapori che l’associazione Majeutica organizza dal […]

    I visitatori sono accorsi anche da numerose altre province campane

     

     

    MARCIANISE – E’ terminata ieri sera la due giorni de “L’Estate di San Martino”, attesa manifestazione tutta marcianisana che attira ogni anno migliaia di visitatori.

    L’Estate di San Martino è la festa di vino, tradizioni, arte e sapori che l’associazione Majeutica organizza dal 2001.

    L’evento nasce dallo spirito statutario dell’associazione marcianisana, che vede nella promozione culturale del territorio uno strumento indispensabile al recupero, alla rivalutazione e alla crescita della città. La manifestazione nasce altresì come un vera e propria summa delle principali passioni degli associati: l’arte, la musica, l’enogastronomia.
    Fin dall’epoca della sua fondazione (2000) Majeutica ha inteso recuperare, attraverso anche un gruppo di ricerca interno, la tradizione canora e musicale del territorio. Prima che il genere fosse giustamente rivalutato dai più, e che radunasse in città frotte di amatori della tammorra e dei balli popolari, gli allora giovanissimi fondatori dell’associazione disegnarono l’evento “L’Estate di San Martino” come primo appuntamento di revival di questa tradizione, volendolo fortemente con una scadenza annuale, che chiamasse a raccolta tutti gli appassionati della città e dei comuni vicini.
    L’Estate di San Martino è riconosciuta ad oggi come il principale appuntamento autunnale di musica popolare della provincia di Caserta. Anche con la gastronomia Majeutica ha inteso rivalutare la tradizione popolare marcianisana servendo i piatti della tradizione, dalle “pettole e fasule” alla moda di Marcianise, ai “mazzuoccoli” (gnocchi locali), alla mozzarella, alla brace, ai contorni. Le strade reclutate nel percorso della manifestazione ospitano le esposizioni d’arte. In un’altra postazione writers si cimentano nella realizzazione di murales in aerosol. Sui muri antichi del caseggiato sono proiettati giochi di luce e videoarte.

    Le stradine in festa offrono ampio spazio a un percorso-mostra dell’artigianato più tradizionale della Regione (prodotti d’apicultura, manufatti in legno d’ulivo, monili lavorati a mano, strumenti musicali, gastronomia). Stands delle più importanti, suggestive e significative manifatture campane sono disponibili alle richieste dei visitatori. C’è poi lo spettacolo, con gli artisti di strada: personaggi unici e surreali accompagnano lo spettatore in un mondo incantato. La magia e la meraviglia si fondono in una parata davvero unica. Un nutrito numero di figuranti attrae e coinvolge lo spettatore: jugglers, giocolieri del fuoco, fachiri, trampolieri, a dare un taglio circense alla manifestazione.

    PUBBLICATO IL: 18 novembre 2013 ALLE ORE 16:18