Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE – Incinta, morì per un’infezione contratta durante l’amniocentesi: due medici rinviati a giudizio


        La prima udienza, davanti al giudice Orazio Rossi si terrà a maggio     MARCIANISE – Rinviati a giudizio due medici per la morte di Maria Ammirati, la donna di 35 anni che portava in grembo il suo bambino di cinque mesi, morto il 28 giugno del 2012, poche ore prima del decesso […]

     

     

    La prima udienza, davanti al giudice Orazio Rossi si terrà a maggio

     

     

    MARCIANISE – Rinviati a giudizio due medici per la morte di Maria Ammirati, la donna di 35 anni che portava in grembo il suo bambino di cinque mesi, morto il 28 giugno del 2012, poche ore prima del decesso della madre. Il giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Tommaso Perrella, al termine di una lunga camera di consiglio, ieri sera ha sciolto la riserva sulla richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla procura di Santa Maria e ha deciso di disporre il processo per il ginecologo Nicola Pagano che ha eseguito l’amniocentesi sulla Ammirati e la collega Anna Tamburro in servizio all’ospedale civile di Caserta, la quale è accusata di aver diagnosticato (stando all’inchiesta) una colica addominale alla Ammirati.
    Sembra che la giovane donna sia morta a causa di un’infezione contratta durante l’amniocentesi praticata alla quattordicesima settimana di gestazione.
    L’accusa è di omicidio colposo. Implicati, nell’indagine della procura, circa 20 medici dell’ospedale di Caserta e di Marcianise, presidi presso i quali la donna si era rivolta.

    PUBBLICATO IL: 22 gennaio 2014 ALLE ORE 7:36