Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE – Fa shopping all’outlet con una carta di credito clonata: arrestato 34 enne


            L’operazione è stata eseguita dai Carabinieri della locale Stazione MARCIANISE - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, nella serata odierna hanno arrestato, in flagranza di reato per l’utilizzo indebito di carta di credito clonata, ricettazione e di inosservanze alla legge sull’immigrazione di Julio Bangura, 34 enne […]

     

     

     

     

    L’operazione è stata eseguita dai Carabinieri della locale Stazione

    MARCIANISE - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, nella serata odierna hanno arrestato, in flagranza di reato per l’utilizzo indebito di carta di credito clonata, ricettazione e di inosservanze alla legge sull’immigrazione di Julio Bangura, 34 enne di origine camerunense.

    Il cittadino straniero, nel corso della serata si era recato presso l’outlet “LA REGGIA” di Marcianise, dove dopo aver fatto acquisti nei punti vendita Adidas e Calvin Klein ha pagato utilizzando una carta di credito. Le fattezze della suddetta carta hanno insospettito il personale addetto alle casse che  ha effettuato le opportune verifiche. Immediatamente è stata inoltrata una richiesta di intervento tramite il 112 e prontamente sono intervenuti i carabinieri.

    Lo straniero è stato accompagnato in caserma e sottoposto alle operazioni di identificazione, mentre contestualmente sono state effettuate le opportune verifiche tecniche sulle fattezze della carta utilizzata.

    Dalle operazioni di fotosegnalamento è emerso che il soggetto era già stato segnalato altre volte in Italia e che lo stesso aveva sempre fornito generalità e nazionalità differenti. E’ emerso, tra l’altro un fotosegnalamento effettuato dall’ Interpol norvegese per possesso di documento falso.

    Dall’ analisi della carta utilizzata è emerso che la stessa presenta l’icona della Western Union Money Transfer ed è munita di una banda magnetica e di un codice numerico. I successivi accertamenti hanno consentito di verificare che ad ogni strisciata veniva caricato un addebito ad una carta di credito del circuito Visa attestata su un conto corrente di una banca americana intestato ad un cittadino statunitense.

    Espletate le formalità di rito il cittadino straniero è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Nei suoi confronti sono state avviate le pratiche amministrative per l’espatrio.

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 19 gennaio 2014 ALLE ORE 9:51