Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI. Un impianto di smaltimento rifiuti a Montedecore, vendita di terreni a politici. Il sindaco chiarisca


    Se ne parla molto in città e il nome che è sulle labbra di molti è sempre il solito: Carmine Esposito

    Nella  foto De Lucia ed Esposito

    Nella foto De Lucia ed Esposito

     

    MADDALONI - Voci sono, di indiscrezioni si tratta e come tali vanno scritte, avvertendo i nostri lettori di Maddaloni, che ci seguono in misura sempre crescente che nei prossimi giorni proveremo ad approfondire queste voci, cercando, come abbiamo fatto anche per tante altre notizie relative a questa città, fondamenti più solidi.

    Si tratta di un vorticoso giro di compravendite di terreni nella zona di Collepuoti, in pratica Montedecore. Dentro a queste compravendite sarebbero coinvolte società a cui non sono certe estranei gli interessi di importanti politici locali, primo fra tutti il “solito” Carmine Esposito.

    L’obbiettivo di questa operazione sarebbe rappresentato dalla volontà di insediare su questi terreni un impianto di digestione anaerobica, in pratica un’ultima versione degli smaltitori di rifiuti della frazione umida dei rifiuti solidi urbani.

    Ammesso e non concesso che fosse così, Casertace non ha una posizione fondamentalista, perché ritiene che questi impianti occorrano e il fatto che un ambientalismo becero e prezzolato ha impedito il loro avvento per anni e anni, ha ridotto la Campania nelle condizioni in cui si è trovata e in cui rischia di trovarsi ancora, unico posto al mondo dove, chissà perché si hanno prove inconfutabili che in un rapporto costi benefici, costi per la salute e benefici per le tasche dei cittadini, per la pulizia delle strade, per la civiltà ambientale, la lancetta sia sbilanci irrimediabilmente dalla parte dei costi.

    Detto questo, e ribadendo che ci stiamo limitando a raccogliere e a pubblicare quelle che sono indiscrezioni e non altro, sarebbe opportuno che il sindaco De Lucia parli, sin da ora in maniera chiara, dicendo come la pensa su impianti di questo tipo, e aggiungendo anche una sua idea su un’ipotesi, che potrebbe anche essere remota e fantasiosa, di costruzione di un impianto di digestione anaerobica a Montedecore.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 6 marzo 2014 ALLE ORE 17:11