Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI / Piomba nella macelleria del fratello per estorcegli danaro, ferisce due poliziotti e viene arrestato


    Il fatto si è verificato in piazza Matilde Serao. Contusi il sostituto commissario Vito Esposito e l’agente Bisesto   MADDALONI – E’ stato arrestato per tentata estorsione, porto abusivo di armi, furto aggravato, resistenza e lesioni a PP.UU., nonché uso di atto falso (polizza e contrassegno assicurativo) e ricettazione. il 46enne di Santa Maria a […]

    Nella foto Attilio Della Rocca

    Il fatto si è verificato in piazza Matilde Serao. Contusi il sostituto commissario Vito Esposito e l’agente Bisesto

     

    MADDALONI – E’ stato arrestato per tentata estorsione, porto abusivo di armi, furto aggravato, resistenza e lesioni a PP.UU., nonché uso di atto falso (polizza e contrassegno assicurativo) e ricettazione.

    il 46enne di Santa Maria a Vico Attilio Della Rocca, che nella mattinata ha fatto irruzione nella macelleria del fratello ubicata a Maddaloni alla Piazza Matilde Serao tentando di estorcergli per l’ennesima volta del danaro, dopo aver minacciato sia lui che i clienti con un coltello tentando di scappare dopo aver rubato il cellulare di un dipendente dell’esercizio commerciale.

    Il tempestivo intervento dei poliziotti del locale Commissariato al comando della dirigente  Renata CATALANO e coordinati personalmente dal suo vice, sostituto commissario Vito Esposito,  contro il quale l’uomo si è poi scagliato, ha permesso di fermare il 46enne. Quest’ultimo, dopo le incombenze di rito è stato tradotto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione in attesa di essere giudicato con rito direttissimo nella mattinata di lunedì 4 febbraio.

    Il sostituto commissario Vito Esposito ed un suo collaboratore, l’agente Bisesto, medicati presso il locale nosocomio, ne avranno per alcuni giorni avendo riportato nella colluttazione con il Della Rocca alcune contusioni.

    Attilio ella Rocca  non è nuovo a tali episodi oramai diventati quotidiani per le sue vittime, per lo più suoi congiunti ai quali ripetutamente cercava soldi forse a causa di vecchi dissapori.

    A seguito dell’arresto il Della Rocca  veniva altresì deferito per uso di atto falso e ricettazione, in quanto a bordo del veicolo sul quale si era portato presso l’esercizio commerciale del fratello, veniva rinvenuta una polizza con relativo tagliando falsi, di cui lo stesso non dava contezza.

    Ora il tutto è al vaglio dei Magistrati della Procura Sammaritana che dovranno esprimersi sulla condotta posta in essere per l’ennesima volta dal 46enne.

    PUBBLICATO IL: 2 febbraio 2013 ALLE ORE 17:11