Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI – I Barletta ora la buttano in politica, ma i motivi per cui sono passati con il sindaco riguardano la “saccoccia”


      In calce al nostro articolo, il testo integrale del comunicato stampa di Giuseppe Barletta, a nome di “Fare per Maddaloni”     MADDALONI – Giuseppe Barletta usa una formula rituale. La formula di tutti quelli che non possono fare la figuraccia di chi, in maniera esplicita, prende i voti da una parte e con […]

     

    In calce al nostro articolo, il testo integrale del comunicato stampa di Giuseppe Barletta, a nome di “Fare per Maddaloni”

     

     

    MADDALONI – Giuseppe Barletta usa una formula rituale. La formula di tutti quelli che non possono fare la figuraccia di chi, in maniera esplicita, prende i voti da una parte e con un mandato ben preciso e li porta dall’altra parte, cioè dalla minoranza alla maggioranza.

    Dunque, Giuseppe Barletta, che rappresenta “Fare per Maddaloni” ma, sostanzialmente, rappresenta gli interessi 8e non sono pochi) della famiglia Barletta, utilizza la classica formula dell’opposizione costruttiva, per distinguersi dalla opposizione distruttiva di Andrea De Filippo.

    In realtà, i Barletta vogliono andare d’accordo con il sindaco De Lucia e con la sua amministrazione, semplicemente perchè, per loro, la politica è una variabile dipendente, avrebbe detto Karl Marx, una sovrastruttura rispetto all’economia, che è poi l’economia delle attività imprenditoriali di famiglia e del loro cospicuo patrimonio immobiliare.

    Casertace si è data come sua principale missione quella di smascherare le chiacchiere della politica, di evidenziare i veri motivi di certe posizioni assunte, ben diversi dalle parole utilizzate per spiegarle ed argomentarle.

    Barletta non è il primo e non sarà nemmeno l’ultimo a utilizzare formule e contenuti rituali per avvolgere in un velo pudico la vera ragione, tra le altre cose legittima fino a prova contraria, seppur riprovevole da un punto di vista politico, per cui i Barletta hanno cambiato cavallo.

     

    G.G.

     

    Di seguito, il testo integrale del comunicato stampa di “Fare per Maddaloni”:

     

    Nelle ultime elezioni amministrative maddalonesi, “Fare per Maddaloni” ha sostenuto, quale candidato Sindaco, il signor Andrea De Filippo. Per costui e per la sua coalizione, le elezioni non sono andate a buon fine ed il De Filippo ha indotto alcuni candidati, tra cui il dottor Fabio di Vico, a ricorrere al T.A.R. (Tribunale Amministrativo Regionale), impugnando l’esito elettorale, per vizio di autentica, nella raccolta di firme, a sostegno della presentazione di liste schierate con la coalizione vincente.

    Sono costretto ad illustrare la dinamica di episodi recenti, che mi hanno non poco amareggiato e sulla cui ricostruzione, mi sono giunte non poche fantasticherie.

    Venerdì 3 gennaio, il signor Andrea De Filippo si è, direttamente, messo in contatto con il dottor Fabio di Vico, ufficialmente nostro attivista, per chiedere a quest’ultimo di firmare il ricorso al Consiglio di Stato, contro la sentenza del T.A.R. e tale richiesta è stata soddisfatta.

    Al dott. Fabio di Vico ho chiesto, con somma cordialità, lumi sul suo atteggiamento e mi ha risposto di condividere pienamente e di voler sostenere, fino in fondo, una strategia politica estremamente coerente con le scelte già effettuate, impugnando la sentenza del T.A.R. che avrebbe dovuto annullare elezioni amministrative, in cui c’è stata la presenza abusiva di liste, le quali, hanno concorso alla competizione, con i relativi candidati, per l’elezione dell’attuale sindaco. Apprezzo i buoni e condivisi propositi dello stesso, che solo recentemente si è affacciato alla militanza politica, con grande stima di tutti. Ho saputo che Fabio abbia, repentinamente, aderito a “Maddaloni nel Cuore” di De Filippo.

    A giugno ero, consapevolmente, determinato a far annullare le elezioni con ricorso al T.A.R., ma adesso, a distanza di oltre sei mesi, sono contrario a ribaltare l’esito elettorale, in quanto, il Comune di Maddaloni, con i suoi annosi problemi, verrebbe mortificato da un danno economico e finanziario, per l’annullamento di tutta l’attività politico-amministrativa della maggioranza di governo e per la mancata attuazione del suo programma (la cui validità, ritenuta positiva o negativa, è opinabile).

    “Fare per Maddaloni” intende continuare a rappresentare, da sola o con ulteriori adesioni e alleanze, un’opposizione costruttiva, esprimendo incondizionatamente il proprio parere sulle varie tematiche e solo in base alla condivisione o meno del contenuto, dopo approfondita analisi e valutazione dell’argomento.

    Mai ci macchieremo di aver effettuato un’opposizione oltranzista e ottusa, che, per tutelare le ambizioni personali e politiche di partito, vada a discapito degli aspetti di pubblico interesse.

    PUBBLICATO IL: 11 gennaio 2014 ALLE ORE 13:31