Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA ORE 11.00 L’OMICIDIO DEL 15ENNE / L’assassino l’ha pugnalato due volte. Prima alle spalle e poi al petto


      Il clamoroso e agghiacciante particolare è emerslo dall’autopsia conclusasi pochi minuti fa nell’ospedale Policlinico   AGGIORNAMENTO ORE 11.00 - Si è conclusa da pochi minuti l’autopsia sul corpo del povero Emanuele Di Caterino, ucciso domenica sera, in via De Chirico, Aversa, e siamo in grado di darvi un particolare nuovo, importante che può risultare […]

    Nelle foto, da sinistra, Emanuele Di Caterino e il luogo del delitto

     

    Il clamoroso e agghiacciante particolare è emerslo dall’autopsia conclusasi pochi minuti fa nell’ospedale Policlinico

     

    AGGIORNAMENTO ORE 11.00 - Si è conclusa da pochi minuti l’autopsia sul corpo del povero Emanuele Di Caterino, ucciso domenica sera, in via De Chirico, Aversa, e siamo in grado di darvi un particolare nuovo, importante che può risultare decisivo anche per le indagini. La vittima è stata colpita prima alle spalle  e poi al petto. La famiglia di Emanuele Di Caterino ha nominato come suo perito legale di parte il dottor Mario Saliva.

    CASAPESENNA / SAN CIPRIANO D’AVERSA – Mentre scriviamo è in corso l’esame autoptico sulla salma del 15enne, Emanuele Di Caterino, il minorenne ucciso ad Aversa nella notte di Domenica, alle spalle de Le Bistrot. Dall’autopsia forse si riuscirà a comprendere qualche elemento in più rispetto alla dinamica del delitto.

    Prendere un coltello, giungere a bordo di una Smart e avventarsi contro un gruppo di minorenni, con un’arma impugnata e nella casualità uccidere un coetaneo colpendolo al cuore descrivono, anzi circoscrivono un coacervo di reati commessi per i quali va stabilita se vi è stata la piena consapevolezza del gesto: la volontarietà e la premeditazione nel compiere un omicidio.

    Oggi, mercoledì, durante l’udienza di convalida degli arresti per il 17enne A.V. di San Marcellino si scopriranno forse ulteriori elementi.

    Intanto gli inquirenti avrebbero acquisito sia le immagini delle telecamere davanti al luogo del delitto, sia quelle installate a San Marcellino, nei pressi dell’abitazione del 17enne omicida. Immagini, queste ultime, che consentirebbero di verificare i movimenti precisi di A.V. e se lo stesso era in compagnia di altre persone.

    Se il corpo sarà restituito oggi, domani mattina, i funerali di Emanuele si svolgeranno alle 10.30, presso la chiesa dell’Annunziata a San Cipriano di Aversa.

    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 10 aprile 2013 ALLE ORE 10:57