Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGAPRO, le altre. L’Aversa cade in casa dell’Aprilia, Cosenza di nuovo in testa


    La Normanna perde 3-1 in casa dell’Aprilia. Rinviata Vigor Lamezia-Teramo, i calabresi ne approfittano per tornare momentaneamente in testa APRILIA-AVERSA NORMANNA 3-1 Trasferta amara per l’Aversa Normanna che non riesce a prolungare la crisi dell’Aprilia, fino a ieri protagonista di quattro sconfitte consecutive e 13 goal subiti. Eppure il 14esimo goal subito dai laziali ad […]

    Una fase di Aprilia-Aversa Normanna (foto aversanormanna.it)

    La Normanna perde 3-1 in casa dell’Aprilia. Rinviata Vigor Lamezia-Teramo, i calabresi ne approfittano per tornare momentaneamente in testa

    APRILIA-AVERSA NORMANNA 3-1

    Trasferta amara per l’Aversa Normanna che non riesce a prolungare la crisi dell’Aprilia, fino a ieri protagonista di quattro sconfitte consecutive e 13 goal subiti. Eppure il 14esimo goal subito dai laziali ad opera di Suarino, con un bel tiro da fuori area appena dopo l’intervallo, cui le due squadre erano arrivate sullo 0-0, aveva messo in discesa la partita dei ragazzi allenati da Di Costanzo. Ed invece negli ultimi 20 minuti succede l’imprevedibile. Comincia tutto al 71′ quando Djibo viene espulso per un fallo di mani in area di rigore: dal dischetto Ferrari non sbaglia. Con l’uomo in più, comincia il forcing laziale che produce il raddoppio di Ferrari quattro minuti dopo su assist di Mazzarani. All’84’ Barbuti chiude i conti.

    GAVORRANO-COSENZA 0-3

    Il Cosenza si conferma squadra da trasferta dove ha conquistato 16 dei 28 punti finora raccolti e si conferma  la miglior difesa esterna, con sole quattro reti subite (in 7 gare). La trasferta, in casa della penultima in classifica, era agevole sulla carta ma i calabresi sono stati bravi a non sottovalutare l’incontro. Blondett (30′ di testa), Criaco (65′ su assist di Mosciaro) e Napolano (92′) firmano la valanga rossoblù che vale il nono risultato utile consecutivo (21 punti in totale), la quinta vittoria in trasferta (su sette) e di nuovo la testa della classifica, anche grazie all’imbattibilità della difesa che dura da oltre 4 partite. Il tutto nonostante le assenze di Pepe, De Angelis e Castagnetti.

    FOGGIA-CASTEL RIGONE 2-1

    Vittoria sofferta che vale il decimo risultato utile consecutivo per i pugliesi, passati in vantaggio già al 16′ con Giglio che approfitta del cross perfetto di D’Allocco. Pochi minuti ed arriva anche il raddoppio, con lo stesso copione del precedente, sull’asse D’Allocco-Giglio. Prima dell’intervallo però arriva il goal ospite che riapre la partita con un tiro-cross di Bianco che beffa Narciso. Nella ripresa l’espulsione di Bontà facilita il compito dei foggiani che però si vedono assegnare contro un calcio di rigore per un fallo del portiere: ma l’estremo difensore si rifà alla grande parando il tiro di Di Paola.

    ISCHIA-TUTTOCUOIO 2-0

    Un’Ischia super non lascia scampo al Tuttocuoio, che paga le assenze di Rosati e Di Giuseppe e si ferma dopo quattro risultati utili consecutivi. Su di un campo in condizioni non ottimali (il rinvio non sarebbe stato uno scandalo), il primo tempo si chiude sullo 0-0. Gli isolani fanno la partita costantemente ed hanno tante occasioni ma trovano il vantaggio solo all’86’ quando Arcamone di testa appoggia a longo che al volo batte Bacci. Al 91′ Masini dal limite arrotonda il risultato.

    MELFI-ARZANESE 3-3

    Solo un punto, tanto ottiene in casa il Melfi contro l’Arzanese in una partita ricca di goal. Al 2′ vantaggio ospite con Ripa che, di testa su cross di Improta, realizza la terza rete in due partite. Ed al 30′ Ripa firma anche il poker personale con un calcio di punizione. Prima dell’intervallo il colpo di testa di Cardinale fissa il risultato sull’1-2, risultato con il quale si va all’intervallo. Nella ripresa Ausiello porta di nuovo in vantaggio gli ospiti che pregustano la vittoria ma i lucani in extremis trovano il pareggio grazie a Cruz (86′) e Ricciardo (91′, su calcio di rigore)

    POGGIBONSI-CHIETI 1-0

    Il Poggibonsi, privo di Scardina e Civilleri, supera per 1-0 il Chieti. Alla mezzora il goal decisivo, con una punizione di Croce deviata dalla barriera del Chieti in maniera decisiva.

    SORRENTO-MARTINA 0-1

    Prima vittoria in trasferta per il Martina, che ringrazia Aperi autore al 50′ del suo terzo goal in stagione, su assist di Bozzi. Dopo un primo tempo noioso, la ripresa inizia sotto il segno dalle avverse condizioni meteo.

    VIGOR LAMEZIA-TERAMO rinviata per impraticabilità di campo.

    CLASSIFICA: Cosenza 28; Teramo 26 (1 gara in meno); Foggia 21; Tuttocuoio, CASERTANA 20;  AVERSA, Melfi, Ischia, Vigor Lamezia (1 gara in meno) 19; Poggibonsi 18; Aprilia 15; Chieti, Castel Rigone, Martina, Messina 14; Sorrento 12; Gavorrano 9; Arzanese 5

    Il Poggibonsi di Mister Tosi torna a sorridere e supera per 1-0 il Chieti nella tredicesima giornata del Campionato Lega Pro Seconda Divisione Girone B.
    I giallorossi devono rinunciare a Scardina e CivilleriMister Tosi propone in avanti capitan Pera e Ferri Marini con Croce a dirigere il centrocampo giallorosso. Il Chieti di Mister Di Meo risponde con Guidone unica punta supportato da Gaeta, Berardino e La Selva.
    Nei primi minuti di gioco le due formazioni si sfidano prevalentemente a centrocampo e provano a trovare la via del goal con conclusioni da fuori: prima tenta Gaeta ed al tentativo ospite risponde Scampini ma entrambe le conclusioni non trovano lo specchio della porta. La prima vera palla goal è di marca giallorossa: al 20′ Croce batte un angolo dalla sinistra e De Vitis arriva a botta sicura ma colpisce il pallone di coscia e la sfera supera la traversa della porta difesa da Robertiello. Passano dieci minuti ed i Leoni vanno in rete: Ferri Marini conquista una punizione un paio di metri fuori area, Croce si incarica della battuta e la sua conclusione è deviata dalla barriera del Chieti che spiazza così Robertiello e porta il Poggibonsi in vantaggio. Al 38′ Mister Di Meo è costretto a sostituire Terrenzio per infortunio ed al suo posto entra in campo Bagaglini. I neroverdi abruzzesi provano a reagire ma i Leoni controllano bene le operazioni di gioco e la prima frazione si conclude sul risultato di 1-0.
    Nella ripresa il Chieti si fa molto insidioso al minuto 49′: punizione dalla destra di Berardino, Guidone colpisce di testa e la palla esce di poco. I Leoni rispondono al 58′ quando Pera scende sulla fascia destra, converge e mette in mezzo per l’accorrente Croce che di prima intenzione calcia verso la porta neroverde ma Robertiello blocca a terra. Ad un quarto d’ora dalla fine il Chieti ha la ghiotta occasione per pareggiare il match ma Anedda è super sulla conclusione ravvicinata di testa di Bagaglini sugli sviluppi di una punizione calciata da Gaeta. Gli ospiti si riversano in avanti alla ricerca del pari ed i Leoni chiudono bene cercando di ripartire con contropiedi veloci orchestrati da Croce e Pera con quest’ultimo che nel recupero va vicino al raddoppio ma trova sulla sua strada un attento Robertiello. Dopo quattro minuti di recupero il direttore di gara decreta la fine del match: il Poggibonsi torna a vincere e domenica al Lotti sarà di scena il Foggia.

    PUBBLICATO IL: 24 novembre 2013 ALLE ORE 22:58