Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG.11.08. LE FOTO. Raid vandalico nell’oasi dei Variconi, distrutti i pannelli della “giornata delle aree umide”. Il presidente Usai “Deluso, ma non demordiamo…”


    L'episodio si è verificato alla foce del Volturno. Il presidente Alessio Usai ritiene che il caso è accaduto nell'ultimo week end. Bravata da ragazzacci o messaggio politico alle porte di una squallida campagna elettorale. In arrivo le marzaiole, l'area brulica anche di cacciatori-osservatori

    Nelle foto, i pannelli divelti dopo il raid vandalico nella Riserva dei Variconi. Nel riquadro Alessio Usai presidente dell'Ente Riserve Foce del Volturno

    Nelle foto, i pannelli divelti dopo il raid vandalico nella Riserva dei Variconi. Nel riquadro Alessio Usai presidente dell’Ente Riserve Foce del Volturno

     

    Agg.11.08 – Finalmente siamo riusciti a contattare per un commento, il presidente dell’Ente Riserve, Alessio Usai, a seguito dell’ultimo raid vandalico verificatosi all’interno della Riserva Regionale dei Variconi di Castel Volturno. “Sono deluso, ma non demordiamo…“. “Ciò che si è verificato all’interno della Riserva dei Variconi è accaduto nel week end, e nel contempo ho già presentato una denuncia ai Carabinieri e alla Guardia Forestale“.

    Poi, Usai scendendo nei particolari ha aggiunto: “Come mostrano le foto, i pannelli dei limiti della perimetrazione della Riserva, e quello sulle aree umide-stazione ornitologica, sono stati divelti con violenza dall’interno del capanno centrale…, quello recuperato ultimamente. In effetti i pannelli erano stati affissi in maniera da non essere facilmente manomessi“.

    L’episodio criminale si è verificato all’indomani della messa in onda anche di un servizio Rai effettuato sulla Riserva… In questo periodo tra le altre cose transitano in loco numerose marzaiole, quindi l’oasi brulica di cacciatori e di visitatori.

    Il dubbio che assilla il pensiero del presidente Usai ora è caratterizzato dal fatto che a breve, forse già dal prossimo mese di aprile, la Riserva dei Variconi sarà interessata dall’apposizione di pannelli e cartelli “Quanto dureranno questi pannelli? Finchè ci sarò io qui, il primo obiettivo sarà quello di rilanciare l’aspetto naturalistico e ornitologico delle aree riserve…;  è il territorio che deve cambiare mentalità riguardo l’oasi e tutto il resto”.

    Max Ive

     

     

    CASTEL VOLTURNO. Ci risiamo, i lupi perdono il pelo, ma non il vizio. La Riserva dei Variconi, area di Ramsar, sito naturale avifaunistico ipervincolato ubicato alla foce del Volturno è stato nuovamente oggetto di atti vandalici. Diciamo così, l’attacco è stato perpetrato in un periodo particolare della storia cittadina nel mentre ci si appresta al confronto elettorale. In base alla segnalazione giunta in redazione oggetto del raid vandalico sono stati i pannelli iche, l’ente riserve foce del Volturno, Costa Licola, Lago Di Falciano, assieme alle associazioni locali facero apporre per la giornata delle aree umide del 02 febbraio scorso. Il presidente dell’Ente Riserve, Alessio Usai ci ha spiegato in definitiva quanto accaduto, che tanto può essere riconducibile alla solita bravata dei ragazzacci che circolano in loco, quanto all’interesse mirato di qualcuno (questa è un nostro dubbio) di svilire le iniziative tese e messe in cantiere nel promuovere un sito naturalistico che purtroppo ha un’identità mancata nella visione d’insieme delle istituzioni locali e della società civile cittadina.

    E’ una storia che conosciamo fin troppo bene… e che fa da contorno alla cosiddetta Terra di Nessuno.

    Il raid secondo quanto abbiamo appreso è avvenuto sicuramente in questo fine settimana e ha interessato le strutture interne alla Riserva.

    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 17 marzo 2014 ALLE ORE 10:44