Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LE FOTO. I monnezzai di BAGNARA DI CASTEL VOLTURNO, spuntano le onduline nei lotti interclusi. Cittadini sul piede di guerra


      L’associazione Res intende presentare un esposto all’Asl e al commissario contarino sulle precarie condizioni ambientali della zona. Che fine hanno fatto i contenitori? CASTEL VOLTURNO – Continuano a giungere in redazione segnalazioni dalla località di Bagnara di Castel Volturno, frazione compresa tra Castel Volturno e Pescopagano di Mondragone. Questa volta non per l’erosione della costa, […]

    Nelle foto, le condizioni dei lotti interclusi a Bagnara di Castel Volturno

     

    L’associazione Res intende presentare un esposto all’Asl e al commissario contarino sulle precarie condizioni ambientali della zona. Che fine hanno fatto i contenitori?

    CASTEL VOLTURNO – Continuano a giungere in redazione segnalazioni dalla località di Bagnara di Castel Volturno, frazione compresa tra Castel Volturno e Pescopagano di Mondragone. Questa volta non per l’erosione della costa, ma per il riversamento selvaggio in loco di ogni sorta di rifiuti.

    Il cittadino Giuseppe Sapio, dopo la battaglia della scogliera ci ha annunciato che l’associazione Res Castel Volturno, diretta da Ciro Scocca sta valutando l’opportunità di presentare un esposto all’Asl, al commissario Contarino e alle istituzioni preposte sulle precarie condizioni ambientali dei lotti interclusi di Bagnara e di Pescopagano…

    In loco ci si chiede anche che fine hanno fatto i contenitori della spazzatura e se in futuro è possibile rendere concreta e perfetta la raccolta della differenziata anche in questa zona.

    Nel contempo fanno bella mostra lungo la Consortile e i viali interni rifiuti ingombranti, materiale edilizio e anche onduline di amianto.

    M.I.

     

    L’ESPOSTO DI CIRO SCOCCA

    Egregio Signor Commissario, in merito alla comunicazione del 17 dicembre che per comodità riportiamo, sentiamo di dire che ad oggi non vi sono stati concreti riscontri. I cassonetti presenti sono solo alcuni, assolutamente insufficienti. Non sono presenti campane per la raccolta del vetro e in più posti sono presenti discariche a cielo aperto dove si evince la presenza di materiale pericoloso quali apparecchiature elettroniche e amianto, nonchè presenza di tubolari di plastica bruciati in quantità industriali che lasciano intendere la presenza di roghi dovuti al furto di rame. I cittadini di Bagnara riferiscono presenza di ratti e animali portatori di malattie e per questo riteniamo occorra una adeguata derattizzazione. Tutto anche favorito dalla presenza di terreni incolti e non recintati e abbandonati a se stessi. Tutta una serie di gravi problematiche che a nostro avviso devono essere portate a conoscenza dell’ASL per i provvedimenti del caso. Con l’occasione si chiede altresì il suo Autorevole intervento affinchè siano sensibilizzate le forze di polizia e le autorità preposte al controllo del territorio affinchè sia effettuata adeguata opera di prevenzione anche verso i continui furti in appartamento, fenomeno in crescente aumento nonchè tutte quelle opere di acquisizione violenta e selvaggia di beni privati prelevati da sconosciuti durante la notte. Nel chiederLe un ulteriore sforzo Sig. Commissario, consapevoli delle difficoltà che sta incontrando nel ripristinare la legalità, salutiamo cordialmente.

    Ciro Scocca Presidente Associazione RES

    PUBBLICATO IL: 3 gennaio 2014 ALLE ORE 15:39